• Home
  • Politica
  • Salviamo il Cilento da una morte annunciata, firma la petizione

Salviamo il Cilento da una morte annunciata, firma la petizione

di Biagio Cafaro

Le strade franano, crollano, il territorio del Cilento non regge più l’opera dell’uomo e si ribella. Manutenzione assente da anni, le infrastrutture improvvisate stanno gettando a terra un intero territorio decretandone la morte. La stagione turistica ancora deve iniziare e sembra già compromessa mentre la vita del cilentano continua a rilento. Sono troppe le vie di comunicazione saltate, e non si parla solo di strade, ma anche di treni sempre più in diminuzione e fatiscenti, vie marine eliminate (vedi metrò del mare) e aeroporti estremamente lontani, stendendo un velo pietoso sull’aeroporto Costa d’Amalfi.

Adesso, solo adesso, un pullulare di iniziative, riunioni, comitati e pseudo comitati, iniziative popolari e politiche ma sembra quasi un film già visto. Ogni persona, cittadino, politico, comitato, associazione e amministrazione che prende la parola pare abbia la soluzione pronta, ma attenzione a criticarla o a suggerire modifiche e miglioramenti, quella è la soluzione, non c’è possibilità di alternative. Così le varie amministrazioni, associazioni, comitati, politici, cittadini, persone sono sempre più distanti, non riescono a trovare il punto di sintesi, l’unione necessaria al Cilento per resuscitare. Un’unione difficile da ottenere nel Cilento, difficile mettere insieme tanti piccoli comuni, ognuno guarda al proprio orticello, mai ad un progetto collettivo.

Quindi non resta che piangersi addosso? No, la soluzione c’è ed è l’antitesi di quanto appena descritto. Si l’antitesi, non la sintesi come vorrebbe un discorso logico, perché c’è bisogno di una rottura netta nei confronti del comune pensare cilentano.

La petizione Cosa fare? Ognuno deve fare la sua parte, nel suo piccolo. Così come il Giornale del Cilento farà la sua proponendo una petizione online, grazie alla collaborazione della piattaforma DeRev. Petizione online che vuole essere generica, aperta alle idee e al confronto. Una petizione per richiedere il riscatto del Cilento, a partire dalla viabilità, dal territorio, ma prim’ancora dal cittadino cilentano. 

CLICCA QUI PER FIRMARE LA PETIZIONE

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019