Agropoli, emessa un’ordinanza sindacale anti piccioni

Emessa e in vigore ad Agropoli l’ordinanza che vieta di fornire alimenti ai piccioni presenti all’interno del centro abitato. Il provvedimento, voluto dal sindaco Alfieri, si è presentato necessario per motivi di emergenza ambientale e sanitaria legati all’eccessiva presenza di volatili.
Il primo cittadino ha ordinato – si legge su La Città – di “rimuovere gli eventuali escrementi presenti su terrazzi, cornicioni e in qualunque altro luogo accessibile, facendo seguire l’intervento da un’accurata pulizia e disinfestazione delle superfici interessate”. Ha ordinato, inoltre, di “istallare idonei dissuasori sui punti di posa onde impedire lo stazionamento dei piccioni, di schermare con diaframmi in muratura, reti o ogni altro mezzo idoneo, purchè esteticamente compatibile, ogni apertura nei fabbricati ove nidifichino i piccioni”. In caso di interventi di ristrutturazione edilizia e di manutenzione straordinaria bisognerà, poi, dice l’ordinanza, dotare a propria cura e spese gli edifici di idonei dissuasori al fine di impedire lo stazionamento o la nidificazione dei piccioni o di provvedere alla chiusura, con diaframmi in muratura, reti o altri mezzi, degli accessi ai siti atti a sosta e nidificazione dei piccioni.

Fonte: La Città del 28 – 08 – 2012

http://lacittadisalerno.gelocal.it/