Sindaco si dimette dal Pd, sostegno di 5 consiglieri

Si dimette da componente dell’assemblea regionale del Partito democratico con una lettera indirizzata al segretario regionale del Pd Campania Assunta Tartaglione. Il sindaco di Capaccio Paestum Italo Voza comunica così di rassegnare «irrevocabilmente» le dimissioni «in coerenza con la recente decisione di non rinnovare l’adesione al Partito Democratico. Il presidente del consiglio comunale del comune di Capaccio-Paestum, Nese Domenico e i consiglieri di maggioranza, Farro Luciano, Sabatella Luca, Sica Francesco e Voza Roberto con una nota ribadiscono «di essere fortemente coesi con gli altri consiglieri di maggioranza e sostengono in modo convinto il Sindaco Voza, persona di sani princìpi morali ed etici. Ritengono – scrivono – che la diversa formazione politico-culturale dei Consiglieri di maggioranza non sia motivo di divisione, bensì una risorsa incommensurabile di crescita amministrativa e di confronto democratico».

Nella nota precisano che «la civicità, quale scelta di azione amministrativa, non contrasta o abiura le appartenenze politico-partitiche, che restano intatte e dove ognuno è libero di esprimersi al di fuori del Consiglio Comunale. Invitano in sindaco a riconfermare – semmai ce ne fosse bisogno – i princìpi e valori sui quali si è chiesto il consenso elettorale, quali onestà, lealtà, trasparenza, meritocrazia e partecipazione. Il Paese ha bisogno di risorse umane che ispirino fiducia e che diano certezze per il futuro, – scrivono –  quindi, ogni ragionevole dubbio circa trasparenza, moralità e capacità dell’azione amministrativa, deve essere fugato e, se del caso, reciso di sana pianta. Assicurano i propri elettori e la cittadinanza tutta di essere i guardiani dei princìpi innanzi enunciati e che sono pronti a rimettere il proprio mandato, in ogni tempo, al popolo sovrano se essi venissero attentati o traditi».

«Il Sindaco Voza, – concludono i 5 consiglieri – con tutti i pregi e i difetti che egli stesso, umilmente, si riconosce, è la persona attraverso la quale vogliamo raggiungere questi obiettivi, coesi agli altri Consiglieri di maggioranza. L’azione politica e’ e sara’ piu’ unitaria che mai ,rimanendo fermo il carattere civico dei movimenti, utile al dialogo con tutte le forze politiche istituzionali».

©Riproduzione riservata