Casal Velino aspetta Angela Bianco «mamma coraggio»

Infante viaggi

C’è attesa e speranza nella piccola frazione di Verduzio, a Casal Velino, per il ritorno di «mamma coraggio», Angela Bianco, la 26enne incinta da 20 settimane e affetta da un tumore al cervello da giorni in una clinica ad Atene per curarsi. Nel paese natale di Angela nessuno sa quando potrà tornare a casa, oppure non vuole dirlo. Così come mantengono il silenzio assoluto sulle sue condizioni e sul rientro in Cilento, previsto per questa settimana, anche i familiari di Angela.

Dopo l’appello della donna alla stampa, nel quale ha chiesto rispetto per quanto le sta accadendo, anche i suoi concittadini si sono chiusi a riccio. E così, ora, sulle sue condizioni di salute non si sa nulla. Una persona vicina alla famiglia ha spiegato che «il forte clamore mediatico, se da una parte ha chiuso la famiglia nel silenzio più forte, dall’altro ha sicuramente permesso di smuovere la situazione». Mentre per una concittadina di Casal Velino «è una vergogna che sia dovuta andare fino in Grecia per operarsi, qui in Italia ci sono cliniche e medici di altissimo livello. Perché non è stata autorizzato l’uso del macchinario?».

Prima di volare per la capitale ellenica, infatti, Angela Bianco si era rivolta a un ospedale di Bari, fornito dello stesso macchinario utilizzato per il suo intervento in Grecia, il cyber-knife, che colpisce esclusivamente la massa tumorale senza intaccare le cellule sane e garantendo quindi la sopravvivenza del feto. Ma a quanto pare in quella struttura il cyber-knife non è collaudato. Dunque, in attesa delle dovute autorizzazioni da parte dell’amministrazione regionale, che però pare non siano arrivate, ecco che Angela decide di andare all’estero per l’intervento.

«Siamo in attesa del suo ritorno – ha commentato invece Don Luigi Marone, parroco della chiesta di Sant’Antonio a Omignano Scalo – sarà un momento di ringraziamento in chiesa. E siamo davvero tanti ad attenderla. Perfino dall’estero mi chiamano per sapere di lei». «Abbiamo chiesto alle comunità religiose e ai monasteri di pregare per Angela – conclude don Luigi – perché è una cosa seria ma credo stia andando tutto bene».

©Riproduzione riservata

  • assicurazioni assitur

 

Articoli correlati Dramma Angela Bianco, don Luigi Marone: «Suo gesto di non abortire sia motivo di premio di Dio»

Incinta con il tumore è stata operata: intervento riuscito

Angela «mamma coraggio» di Casal Velino: «Aspetto l’ok per fare questo trattamento»

Incinta con il tumore smentisce: «Non sono in Grecia», sindaco: «Non parlo». Parroco: «Donna coraggiosa»

Il dramma di una 26enne di Casal Velino incinta: «Tumore inoperabile, salvate mia figlia»

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur