Energia, Cilento vola a 1 gigabit. A San Giovanni a Piro arriva la fibra ottica

0
3

L’innovazione tecnologica passa dalla rinomata spiaggia di Scario, attraverso la storia rivoluzionaria di Bosco fino al caratteristico borgo di San Giovanni a Piro, centro ad alta vocazione turistica del Cilento. Il Comune, infatti, sta per dotarsi d’una rete a banda ultra larga integralmente in fibra ottica. Questa decisa spinta allo sviluppo infrastrutturale del territorio è stata sancita in Municipio dal sindaco Ferdinando Palazzo e dall’ingegnere Antonio Della Rocca, field manager di Open Fiber e referente dei lavori di cablaggio.

Il piano prevede nello specifico un investimento di circa 850mila euro finalizzato alla copertura capillare della cittadina, con particolare attenzione alle zone meno digitalizzate. Open Fiber, società per azioni compartecipata da Enel e Cdp Equity, è chiamata a realizzare la rete pubblica in fibra ottica che consentira’ a cittadini e imprese di beneficiare di una velocita’ di connessione fino a 1 Gigabit al secondo. Le risorse stanziate per questo intervento strategico non graveranno sul bilancio del Comune di San Giovanni: l’infrastruttura e’ del resto finanziata con fondi regionali e statali e resterà di proprietà pubblica.

Le attività verranno coordinate da Infratel, società “in house” del Ministero dello Sviluppo Economico, con l’attenta supervisione della Regione Campania. Oltre a private abitazioni e insediamenti produttivi, saranno cablate 18 sedi della pubblica amministrazione (scuole, uffici comunali) che potranno quindi erogare i propri servizi in modo ancora più efficiente ed efficace. Il progetto prevede la copertura in FTTH (Fiber-to-the-home, cioe’ la fibra ottica stesa direttamente all’interno delle singole abitazioni o uffici) di 3.061 unita’ immobiliari, privilegiando il riuso di infrastrutture esistenti. Complessivamente la rete sarà lunga 30 chilometri. Ove necessario, gli scavi saranno comunque eseguiti attraverso modalità innovative, sostenibili e a basso impatto ambientale per limitare il piu’ possibile i disagi alla cittadinanza.

L’infrastruttura sarà data in concessione per 20 anni a Open Fiber, che ne curerà la manutenzione, e rimarrà di proprietà pubblica.

“Un’infrastruttura del genere – afferma il primo cittadino Ferdinando Palazzo – è necessaria per erogare servizi fondamentali, solitamente prerogativa dei grandi centri, a cittadini e imprese. Poter disporre di una rete a banda ultra larga aiuta in maniera decisiva lo sviluppo economico e sociale dei nostri borghi, permettendoci di potenziare i servizi pubblici, di accrescere le capacita’ di studio nelle scuole sfruttando al meglio le potenzialità della biblioteca digitale già in uso, di mettere nelle migliori condizioni i professionisti le cui pratiche ormai viaggiano tutte in digitale. San Giovanni a Piro e tutto il nostro territorio hanno esattamente bisogno di iniziative e investimenti strutturali come quello messo in campo da Infratel, Regione e Open Fiber. Con questa nuova infrastruttura l’amministrazione di San Giovanni a Piro aggiunge un altro importante tassello ai servizi offerti ai propri cittadini e fa fare alla propria Comunita’ un deciso salto nel terzo millennio”.

“È opportuno informale la cittadinanza – specifica Gianfranco Guerrera, regional manager di Open Fiber per Campania e Basilicata – che Open Fiber non vende servizi in fibra ottica direttamente agli utenti finali, ma e’ attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso. In qualita’ di operatore wholesale only offriamo infatti l’accesso a tutti gli operatori telefonici o Internet service provider interessati. Una volta conclusi i lavori, l’utente non dovra’ quindi far altro che contattare un operatore, scegliere il piano tariffario preferito e navigare ad alta velocita'”.Una rete interamente in fibra ottica abilita tutta una serie di servizi a beneficio dell’intera collettivita’: ad esempio la telemedicina, il telelavoro, l’educazione a distanza, l’Industria 4.0, la videosorveglianza, la domotica.

©Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here