La Campania è terra di cuochi: le ricette finiscono in un libro dedicato ad Angelo Vassallo

Per Legambiente la Campania non è solo Terra dei Fuochi, ma è la regione simbolo della dieta mediterranea, sana, gustosa, fatta di prodotti tipici di grande qualità. Dal vesuvio di rigatoni ai vesuviotti di Gragnano, ai Ravioli di fico bianco, e fino al pan’ cuott’ alla Genovese di baccalà: le trenta ricette con prodotti escluusivamente campani, sono finite in un libro ‘Campania Terra dei Cuochi’ edito dalla Marotta e Cafiero, una giovane cooperativa di Scampia di Rosario Esposito La Rossa e Maddalena Stornaiuolo.

Sarà disponibile sui siti www.legambiente.it, www.legambiente.campania.it e nelle librerie e vuole raccontare attraverso le ricette e le prelibatezze culinarie i saperi e i sapori del riscatto della terra campana. Il libro è dedicato al sindaco Pescatore Angelo Vassallo, ucciso a Pollica il 5 settembre del 2010. Anche lo chef Carlo Cracco (nella foto), conduttore del talent show culinario Masterchef, ha voluto offrire il suo personale contributo all’iniziativa posando, qualche settimana fa, con la prima copia dello stampato.

Con lui anche gli chef Alfonso Iaccarino, Pietro Parisi, Pino Capano, che ogni estate a Festambiente gestisce il ristorante vegetariano più grande d’Italia alle ricette delle cooperative Libera Terra sui terreni confiscati alle mafie, e ancora Angela Ceriello e Rocco Iannone: sono 30 le ricette presenti nel libro  per promuovere il gusto, la qualità e la bontà dei prodotti della Terra Felix. Il Libro sarà presentato in anteprima venerdì 2 maggio alle ore 17 presso il Foyer del Teatro Bellini di Napoli, mentre la presentazione ufficiale si svolgerà il 9 maggio, alle ore 20, presso il Salone Internazionale del Libro di Torino.
 
«La Campania non è solo Terra dei Fuochi – dichiarano Rossella Muroni e Michele Buonomo, rispettivamente direttore nazionale e presidente regionale Legambiente – è la regione simbolo della dieta mediterranea, sana, gustosa, fatta di prodotti tipici di grande qualità. È la Terra Felix seminata di una moltitudine di prodotti tipici. Con questo libro  vogliamo ripartire dalle tante prelibatezze che ci sono in questa Regione e dalla sapienza di quanti, i cuochi prima di tutti, sono in grado di valorizzarle al meglio per tradurre l’agricoltura pulita in buona economia. È giunto il momento, dopo tanti ‘bocconi’ amari, di gustare e assaporare la speranza. Una speranza concreta che ha il gusto delle tante ricette della Terra dei cuochi. Una varietà di cibi dove affondano le radici di un futuro diverso, pulito, sano e  si coltivano le eccellenze culinarie che il mondo ci invidia».

©Riproduzione riservata