Chiusura tribunale di Sala Consilina, il «no» del Pd all’accorpamento

Mantenimento del tribunale di Sala Consilina, importanza della sezione distaccata di Eboli e necessità di accorpamento al tribunale di Salerno delle sedi di Mercato San Severino e Cava de’ Tirreni.

Sono le proposte dei parlamentari salernitani Tino Iannuzzi e Alfonso Andria poste sotto l’attenzione della Camera e del Senato. «La settimana che si chiude – si legge in una nota – è stata particolarmente intensa, non solo per gli importanti provvedimenti all’esame di entrambi i rami del parlamento, ma anche per la significativa presenza a Roma di numerosissimi sindaci, avvocati e di tanti cittadini da ogni parte d’Italia, con una folta rappresentanza anche dal salernitano e dal Vallo di Diano in particolare».

E ancora: «Sono stati dati indicazioni ed elementi oggettivi a sostegno del mantenimento del tribunale di Sala Consilina respingendo con articolate argomentazioni la soluzione profilata dal decreto legislativo della sua soppressione e dell’accorpamento con Lagonegro, in violazione dei principi della legge delega».