L’Ice Bucket Challenge contagia anche il Cilento, i nominati della Gelbison (VIDEO)

Arriva anche nel Cilento la sfida dell’Ice Bucket Challenge, ovvero le secchiate d’acqua gelata in testa per promuovere la ricerca contro la Sla. Una beneficenza sui generis nata in rete e che sta avendo molto successo. Tutto è partito da Pete Frates, ex giocatore di baseballl del Boston College di 29 anni al quale due anni fa fu diagnosticata la Sla.

Come funziona Chi viene nominato deve roversciarsi in testa un secchio d’acqua gelida entro 24 ore dalla nomination, citando, a sua volta, almeno altre tre persone. Chi non accetta? Deve pagare pegno e fare una donazione all’Aisla onlus l’associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica.

Alla sfida non potevano sottrarsi i cilentani. In particolare la squadra di calcio di Vallo delle Lucania, la Gelbison è stata nominata dal Rotaract ‘Vallo della Lucania – Cilento’, e ha partecipato all’#icebucketchallenge nominando l’Us Agropoli, L’Asg Nocerina, Rimini calcio, Gianmarco Tedesco, la Turris, il Massa Calcio, l’us Pattano, ed altri.

Per donare clicca qui

Di seguito il video: