Killer dei cani, torna l’incubo in Cilento: un altro ucciso con il veleno

«Luna aveva 7 anni ed è stata avvelenata almeno 4 volte». Inizia così il suo racconto Mara, padrona di Luna che in questi giorni è stata avvelenata per l’ennesima volta senza però avere scampo. Nel Cilento è una pratica molto diffusa quella di avvelenare i migliori amici dell’uomo. La maggior parte delle volte a farne le spese sono i randagi, «colpevoli» di non avere una casa alla quale tornare o di essere stati abbandonati. Altre volte invece è l’uomo a non tollerare la presenza di animali nelle sue vicinanze e butta il veleno per eliminare il «fastidio». Luna abitava con la sua padrona fuori il paese di Montano Antilia, in campagna dove «i cani vengono lasciati spesso liberi, anche perché passano poche macchine e probabilmente alla gente dà fastidio questa cosa». Mara racconta che nel corso degli anni sono stati avvelenati diverse volte, oltre Luna, anche i suoi cuccioli. Il paese non è nuovo a questi aventi e Luna è solo l’ultima di una lunga serie. 

©Riproduzione riservata