Del Medico attacca Comune Santa Marina: «Esiste una sola verità: Fortunato vuole imporre le sue regole»

Infante viaggi

«Il consiglio comunale di Santa Marina “annulla se stesso”. Basta con l’arroganza di Fortunato, necessario il commissario per ristabilire la legalità. Il comportamento del Consiglio Comunale di Santa Marina ha dell’incredibile, con la delibera assunta oggi sbatte la porta in faccia a tutti i Comuni dell’ambito S9, assumendosi la responsabilità della rottura di ogni possibile forma di dialogo tra le istituzioni per evitare di perdere le risorse». Lo scrive Giuseppe Del Medico, sindaco di Sapri, Comune capofila del Piano di zona S9, sulla propria pagina facebook, in riferimento alla decisione presa dal consiglio comunale di Santa Marina.

«Con il provvedimento di oggi Fortunato “annulla se stesso” – spiega il primo cittadino – annullando di fatto la delibera di consiglio comunale n°13 del 02-05-2013 con la quale aveva “costretto” illegittimamente il suo Comune a stare fuori dal piano di zona s9 con la seguente risibile motivazione: “…in quanto la mancanza di fondi regionali fa sì che la maggior parte delle spese debba essere sostenuta dagli Enti locali che ne fanno parte…. per questo propone di restare autonomi e non far parte dell’ambito sociale territoriale S/9 – comune capofila Sapri». «L’assurda e fantasiosa decisione del maggio 2013 è stata stigmatizzata dalla Regione Campania che ha imposto al Comune di Santa Marina ad aderire all’ambito s9 sottoscrivendo la convenzione, posizione ribadita con chiarezza anche nell’incontro del 16 ottobre 2013 alla presenza dell’ass.Russo. Troppo cocente l’offesa per Fortunato – continua Del Medico –  ammettere di aver indotto il suo consiglio comunale ad assumere una delibera “fuori legge” è davvero troppo, così inizia un vero “teatrino” che va avanti ormai da giorni, si ricercano pretestuosi cavilli amministrativi solo per coprire le responsabilità dell’unico comune che “blocca il piano” mettendo a rischio i fondi per le politiche sociali».

E attacca: «Fiumi di inutili parole con il solo fine di salvare “l’onorabilità” del “poco onorevole” Fortunato che, come se non bastasse, decide di umiliare il coordinamento dei sindaci “disertando” l’incontro convocato per il 24 ottobre proprio su sua richiesta, comunicando via telefono tramite il delegato della Provincia i motivi dell’impedimento, nel goffo tentativo di nascondere le sue responsabilità sulla paralisi del piano di zona». «Siamo così giunti alla “minaccia” del Presidente di Santa Marina – continua Del Medico – che “intima” ai Comuni dell’ambito di approvare la sua convenzione in tempi brevi altrimenti chiederà alla sua Regione di inviare un suo commissario, per stabilire la sua legge. Esiste una sola verità: Fortunato vuole imporre le sue regole per sovvertire l’azione innovativa avviata dai Sindaci del’ambito s9, con il solo scopo di imporre il suo “vecchio modello” di governo delle politiche sociali, per accaparrarsi la sua “parte del bottino”».

«Quanta tristezza nel vedere le istituzioni piegate al volere di “Signorotti” – conclude il sindaco del Comune capofila del Piano di zona s9 – che ancora credono di poter agire per i loro meschini tornaconti politici e personali, umiliando i cittadini indifferenti alle loro difficoltà. Lauti stipendi (migliaia di euro al mese) e grandi benefici fanno perdere la percezione delle difficoltà che vivono anziani, disabili, giovani, immigrati, famiglie e bambini abbandonati a loro stessi da istituzioni occupate da uomini “poco onorevoli”».

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

Articoli correlati  Piano di zona S9, Del Medico critica retromarcia Comune Santa Marina. Fortunato: «Mantenuti impegni presi»

Rischio commissariamento al Piano di zona S9, Fortunato: «Figura super partes può fare chiarezza»

«Fumata grigia» al Piano di zona S9: ancora aperta la procedura di commissariamento

  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro