Dal Cilento un contributo per Europa 2014-2020

Infante viaggi

«Le priorità contenute nel documento strategico regionale per l’elaborazione dei programmi operativi dei fondi Fesr, Fse, Feasr e Feamp 2014-2020 rispecchiano quelle rilevate e sondate per l’intero territorio del Cilento». È quanto dichiara Carmine D’Alessandro, presidente del gruppo d’azione locale “Cilento Regeneratio”. Il riferimento è a una delibera di giunta regionale con la quale la Regione Campania, approvando il documento strategico in ottica Europa 2014/2020, ha recepito alcuni spunti di strategia territoriale proposti dal Gal Cilento Regeneratio nella logica europea di offrire un contributo alla realizzazione di una politica rappresentante le reali istanze territoriali. «Notiamo con soddisfazione – aggiunge D’Alessandro – che la Regione non ha disatteso le nostre aspettative dal momento che da una lettura attenta del Documento Strategico Territoriale, sulla scorta del quale sarà orientato il Programma Europa 2014-2020, alcuni dei principi fondamentali di strategia territoriale da noi suggeriti sono stati accolti e valorizzati in un quadro politico prospettico che ci offre di operare secondo i massimi auspici per uno sviluppo concreto e duraturo da realizzare entro il 2020». Tra le linee principali, accolte nel Documento Strategico Regionale, si notano l’estensione dell’approccio leader alle azioni di sviluppo locale, il rafforzamento della coesione territoriale, l’orientamento delle politiche ai risultati, la concentrazione delle risorse sulle priorità della strategia 2020, l’adozione di modalità di gestioni comuni nell’utilizzo dei fondi comunitari e la programmazione di investimenti territoriali integrati. «Il nostro sforzo – conclude Claudio Aprea, esperto di Sviluppo Locale – è rivolto ad offrire un contributo significativo alle azioni di intervento di cui il Cilento ha bisogno».

  • Vea ricambi Bellizzi

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur