Cilentana percorre 2700 km a piedi dalla Repubblica Ceca alla Sicilia sulle orme di Goethe

Ha percorso 2.700 chilometri a piedi, 232 anni dopo l’inizio dello storico viaggio di Wolfgang Goethe, e questa mattina e’ arrivata a Palermo per scoprire quella “Sicilia chiave di tutto”. Vienna Cammarota, originaria del Cilento, 68 primavere, e’ la guida ambientale escursionistica arrivata in Sicilia a piedi dalla Repubblica Ceca sulle orme del Viaggio in Italia (dal 3 settembre 1786 e il 18 giugno 1788) dello scrittore tedesco, che giunse a Palermo il 2 aprile 1787, proveniente via mare da Napoli, coma ha fatto oggi Cammarota.

“Goethe ha fatto un tour alla scoperta delle bellezze naturali come vorrei che tutti facessero, all’insegna della lentezza del viaggio, per capire il territorio”, ha detto al suo arrivo a piazza Bologni, prima di fare ingresso a palazzo Alliata dei principi di Villafranca. Qui e’ stata accolta da Chiara Modica Dona’ Dalle Rose, direttrice della Biennale internazionale di arte sacra che ospita 128 artisti. Insieme hanno percorso il padiglione dedicato alle religioni abramitiche e ammirato le opere di Mattia Preti, Sebastiano Ricci, Lorenzo Pasinelli. Il tour della guida proseguira’ per altri 36 siti della Sicilia.”I colori di Palermo sono veri, autentici – dice – ho trovato un’Isola verde e bellissima proprio come riportato da Goethe. Da Palermo proseguiro’ verso Alcamo, poi andro’ a Gibellina per visitare il Beli’ce 50 anni dopo il terremoto, per andare a Selinunte e Messina”. Tutto a stretto contatto con gli abitanti del luogo, come ad “Agrigento dove una signora si e’ offerta di prepararmi la stessa cena consumata da Goethe la sera del 24 aprile 1787 arrivando a ‘Girgenti’, a base di pasta con le melanzane”.Ma il tour di Vera ha anche un altro obiettivo: “Promuovere l’educazione ambientale e sensibilizzare istituzioni e giovani alla promozione del patrimonio naturale – spiega – Serve una legge sulle guide ambientali escursionistiche di ispirazione europea che tenga su piani distinti escursionismo e alpinismo. Il settore del turismo ambientale cresce del 3% ogni anno”.

©Riproduzione riservata