Focus sul Fc Acciaroli, vincitore dei playoff di seconda categoria

Un focus sul Fc Acciaroli, vincitore dei playoff di seconda categoria, per ripercorrere insieme le tappe principali del campionato. Infortuni, dimissioni, vittorie e sconfitte: un viaggio che inizia il 14 giugno 2014. Il giornale del Cilento ringrazia Angelo Giordano, difensore, dirigente e addetto stampa dell’Fc Acciaroli, per la preziosa collaborazione.

Le origini. L’Fc Acciaroli nasce ufficialmente il 14 giugno del 2014. La squadra precedente, l’Acciaroli Calcio, non si iscrive al campionato di Promozione 2013/2014, e si decide di fondare una nuova squadra, che parteciperà al campionato di seconda categoria, nel girone M. L’obiettivo principe della società è quello di far ingranare di nuovo il calcio in paese e per questo motivo, l’Fc Acciaroli non nasconde di puntare fin da subito alla promozione. Importante, quasi fondamentale per la riuscita della formazione della nuova squadra, è stato il nuovo centro sportivo “Angelo Vassallo”, il cui campo da calcio è stato realizzato in erba sintetica.

Partenza lanciata, ma poi… infortuni e dimissioni. Le prime giornata sono fantastiche per l’Fc Acciaroli, ma dopo una serie di risultati positivi ecco il clamoroso ed inatteso tonfo. Il morale (oltre che il fisico ovviamente) dei ragazzi viene fortemente minato da infortuni che si susseguono a catena. I risultati cominciano a scarseggiare. Alla 6a giornata di campionato ecco uno degli avvenimenti chiave della stagione. In seguito alla sconfitta patita al 90esimo contro il Novi Velia, mister Pascale decide di dimettersi. Al suo posto subentra Nicola Santonicola, giocatore della rosa dell’Acciaroli, all’epoca infortunato. Si riparte con una nuova guida tecnica quindi.

Rinascita, ma poi contro l’Acquavella… I ragazzi, sotto la guida di coach Santonicola, sembrano riprendersi dal torpore. Inizia una serie di risultati positivi, che consente all’Acciaroli di risalire in classifica fino al secondo posto. Gli infortuni però non cessano, ed è problematico per il mister schierare ogni volta la migliore formazione possibile. C’è qualche battuta d’arresto fisiologica, ma il più delle volte, i giocatori rispondono presente e sfoderano grandi prestazioni. Ecco però, a ciel sereno, una sconfitta clamorosa che costerà la posizione faticosamente guadagnata. Tra le mura amiche contro l’Acquavella, dopo essere stata in vantaggio per 3-0 alla fine del primo tempo, nella ripresa come nel peggiore degli incubi, la squadra ospite consegna ben 5 goal ai derelitti padroni di casa. Come alibi parziale, quello di aver avuto ben 4 infortuni nel corso del match, ma tant’è. L’Acciaroli perde la seconda piazza, conquistata dal Novi Velia che a sua volta resisterà in quella posizione fino al termine del campionato.

Playoff insidiosi, ma alla fine braccia al cielo. Il terzo posto, costringe l’Acciaroli ad un match di semifinale assai insidioso, contro il Futani. Gli uomini di Santonicola però sono consapevoli della loro forza, nonostante le vicissitudini vissute e scendono in campo con la grinta e concentrazione giusta. Alla fine, la partita termina con il risultato tennistico di 6-2, anche se al di là del tabellino, la contesa è stata più equilibrata di quello che si pensa. Finale contro il Novi Velia quindi, che avendo ottenuto la seconda posizione, può permettersi anche di pareggiare per salire in prima categoria. Come se non bastasse, c’è il fattore campo ad avvantaggiare il Novi. Nella sfida decisiva, l’Acciaroli si trova in vantaggio di due goal e di due uomini. Un piede e mezzo in prima categoria quindi. Ad un certo punto però, la pioggia battente ed incessante, costringe il direttore di gara a sospendere l’incontro. Tante sono le polemiche da parte degli ospiti. A parer loro si poteva giocare. Si riparte da 0-0 quindi. Nel match – replay, le cose si mettono subito male per i ragazzi in maglia gialloblu. Dopo soli 3 minuti di gioco, infatti, il Novi Velia passa in vantaggio. Potrebbe essere una mazzata terribile per molte compagini, ma l’Acciaroli è sicura dei propri mezzi. Non ci sta ad arrendersi. Alla fine del primo tempo, il risultato è di 2-1 per gli ospiti. Ribaltato completamente il match. Nella ripresa arrivano altri due goal, ma anche tante occasioni sprecate, sintomo di come l’Acciaroli sia stata quasi completamente padrone del campo. Il 4-2 finale consente quindi di vincere i playoff e salire di categoria. Trionfo totale!

Festa incessante per gli eroi gialloblu. Dopo il match vittorioso, i ragazzi di coach Santonicola fanno ritorno a Acciaroli. Ad attenderli tantissimi tifosi in festa, che non erano potuti andare a Novi Velia a seguire la squadra, in quanto la gara era stata disputata a porte chiuse. Al seguito dei gialloblu un gruppo di fedelissimi, ritornato in patria con la promozione in tasca. Tanta gioia, dopo una stagione infinita. Resa ancora più bella dalla difficoltà. Le tifose dell’Acciaroli nell’attesa del ritorno, preparano un buffet di dolci e bevande per i propri beniamini, consumato in serata con grande felicità e trasporto. Alla fine l’Fc Acciaroli è riuscito ad ottenere quello che si era prefissato: la promozione in prima categoria. Che la stessa sia arrivata solo ai playoff, non toglie meriti alla compagine gialloblu, anzi non fa che rafforzare la forza, soprattutto mentale dei ragazzi. Se consideriamo gli infortuni a catena, e altre problematiche che avrebbero affossato moltissime squadre, grande è il plauso che deve essere fatto a questa compagine.

©Ripriduzione riservata