Vallo della Lucania, l’incontro con l’amministrazione lascia l’amaro in bocca ai commercianti

È durato in tutto circa 3 ore l’incontro fra i commercianti e l’amministrazione comunale di Vallo della Lucania, rappresentata dall’assessore Mauro D’Amato, dal capogruppo di maggioranza Celestino Sansone e il consigliere Carmine Oricchio. Nonostante si sia svolta in un luogo privato, è stato garantito a tutti i commercianti di accedervi e partecipare. «L’assessore D’amato ha motivato la scelta di svolgere l’incontro in luogo privato perchè – ha detto – nelle assemblee pubbliche non si è mai risolto niente». «In effetti in queste private, come stasera, si è risolto molto», sbotta Gianni Palladino, commerciante.

«Le nostre proposte ignorate – esclama invece Nicola Nicoletti, presidente dell’associazione di commercianti ‘Viviamo Vallo’ -. Ci aspettavamo una maggiore considerazione, poiché dobbiamo essere messi in condizione di lavorare, altrimenti si chiude». I negozianti proponevano la riapertura al traffico di via De Mattia o della salita di via Calcinali fino alla piazza. Stando alle parole di Nicoletti l’unica proposta presa in considerazione è stata quella dell’amministrazione stessa, ovvero riaprire via Cafasso in salita sino alla piazza. «Si è parlato di traffico e salute dimenticando che esiste un sovraffollamento auto della variante con conseguente aumento di smog e pericoli – aggiunge in conclusione Nicoletti -. Bisognerebbe chiederglielo se per loro è un problema».

«Le proposte di Viviamo Vallo – aggiunge Nicoletti all’indomani della riunione – erano per la riapertura di Via De Mattia e il conseguente arrivo in piazza Vittorio Emanuele, oppure la riapertura dell’area di santa Maria delle Grazie: una ztl a tempo, da ritenersi in un periodo di prova, anche in considerazioni delle stagioni e degli eventi cittadini. Ulteriore suggerimento – aggiunge – è stato quello del ripristino dell’autobus per migliorare i servizi pubblici cittadini. Le idee non hanno ottenuto risposte positive da parte della maggioranza.  La proposta comunale prevede invece – spiega Nicoletti – la percorrenza di via Cafasso in salita sino al raggiungimento di via Passero». E aggiunge: «L’associazione dei commercianti, preso atto della decisione dell’amministrazione e in attesa di comunicare ad associati e non il responso dell’incontro, ha richiesto la salita dei Portici per le auto ed il posizionamento di alcuni parcheggi in piazza Vittorio Emanuele per fa sì che la stessa non sia solo percorsa dagli autoveicoli ma possa divenire anche luogo di sosta.  Si attende la messa in atto del provvedimento esposto dal comune, non condiviso, in un tempo di circa 10 giorni».

Da quando il centro cittadino è stato chiuso al traffico infatti la già trafficata variante alla statale 18, che costeggia Vallo Della Lucania, sta vivendo un intenso aumento del traffico veicolare. Molti cittadini spiegano come i tamponamenti, seppur di lieve entità, sono ormai all’ordine del giorno. Un incontro che sembra aver lasciato l’amaro in bocca ai commercianti vallesi che invece speravano in una maggiore disponibilità da parte dell’amministrazione Aloia. Non resta che vedere quali effetti la soluzione proposta dalla maggioranza produrrà sulla viabilità e sul commercio di Vallo Della Lucania.

©Riproduzione riservata