Vallo della Lucania: “Cilento oltre il rifiuto” e comune di Gioi contro il Polo ecologico

Lunedì 30 gennaio presso l’aula consiliare di Gioi si è tenuto un incontro in merito al Polo ecologico/discarica di Laurito. Erano presenti circa venti persone, gli amministratori del comune di Gioi, una rappresentanza di “Cilento oltre il rifiuto”, il coordinamento 9 gennaio 2012 e alcuni cittadini del luogo. È stato fatto un sunto di ciò che è accaduto in questi ultimi mesi a proposito della discarica di Laurito e del Polo ecologico di Vallo. Il comune di Gioi ha ribadito quello che era già emerso dalla delibera di giunta n° 2/2012 la quale contestava la scelta della localizzazione a Mazzavacche. “E’ un problema che ci tocca da vicino – ha esordito il primo cittadino di Gioi Andrea Salati – perché l’impianto viene a sorgere in prossimità della nostra frazione Cardile e come già fatto notare con un’apposita delibera di Giunta abbiamo svelato le nostre perplessità sulla costruzione dell’impianto. Lo scorso 14 dicembre votammo a favore della costruzione del Polo accettando una decisione capestro che ci impose l’assessore provinciale Marcello Feola, ma da quella data nessun sindaco è stato convocato per decidere la localizzazione e soprattutto i metodi di lavoro del Polo. Ci siamo trovati con i carotaggi effettuati – ha aggiunto il sindaco – senza nessuna comunicazione”. Quindi un riferimento al primo cittadino di Vallo della Lucania: “Aloia dice che la non costruzione è stata una sconfitta del territorio – ha detto Salati – ma io direi che a essere sconfitto è stato lui perché ancora una volta Vallo della Lucania si è proposto come capofila e non è riuscito ad ottenere nulla”. Al duro attacco del primo cittadino Salati ha fatto eco Gianluca Lamanna portavoce del Comitato: “Solo pensare a una speculazione simile – ha spiegato – in un’area protetta è pazzesco. Si viene a formare l’ennesimo carrozzone così come è stato con la Yele e con il Corisa 4”.

Il comitato“Cilento oltre il rifiuto” si è soffermato soprattutto sull’informazione e la stimolazione dei cittadini del Cilento a proposito della riduzione dei rifiuti. Da alcuni giorni si sta distribuendo un volantino che riporta alcuni consigli per sensibilizzare la popolazione sulla riduzione dei rifiuti. Oltre a ciò il comitato sta organizzando un’altra azione, questa volta nei confronti del parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni: “Stiamo preparando una comunicazione ufficiale per chiedere all’Unesco di radiare il Parco dalla sua protezione perché sia come amministratori e sia come cittadini non meritiamo una simile tutela visto che la stiamo calpestando”.

Sulla questione è intervenuto anche l’assessore comunale ai Lavori Pubblici Franco Grompone: “A Gioi abbiamo circa il 70 % di raccolta differenziata, ma il problema resta l’umido se è vero che solo il 30% della popolazione ha aderito a smaltirlo nelle compostiere domestiche. Tutto questo nonostante gli incentivi che abbiamo dato sulla tassa rifiuti. Questo vuol dire che c’è bisogno di maggiore sensibilizzazione al problema e soprattutto che chi si è comportato da furbo, vedi Aloia e Feola, smetta di fare politica su un problema reale”.

Al tavolo presente anche Giuseppe Tarallo ex presidente del Parco che si è soffermato sull’autonomia in tema rifiuti: “Se ne è discusso tanto in questi ultimi tempi, ma autonomia deve significare in prima battuta programmare e progettare e non contro le leggi così come stava avvenendo con la costruzione del Polo ecologico”. Infine ha preso la parola Tonino Infante presidente dell’associazione culturale “Enzo Infante” che ha contribuito all’incontro: “E’ stato un momento importante per l’intera comunità di Gioi perché attraverso la discussione tra popolazione e amministratori si viene a sviscerare in maniera chiara il problema”.  

ARTICOLI CORRELATI:

Il piano rifiuti zero. Lunedì incontro a Gioi

Interrogazione parlamentare di Zamparutti sul Polo ecologico 

Bacciato il piano rifiuti dall’Ue. L’emendamento (s)Fortunato modifica non sostanziale

Recepite le modifiche non sostanziali dalla giunta

Aloia: non ci sono più le condizioni per discutere

Consiglio comunale e manifestazione. Polemiche su dichiarazioni di Romano

Landolfi: “Vallo la discarica di Napoli?”. Presentata interrogazione parlamentare

Valiante il cavallo di Tria di Fortunato

Petizione presentata, raccolte oltre 3000 firme

Cirielli: la provincia non sosterrà la realizzazione della discarica

L’emendamento (s)Fortunato

Le dichiarazioni di Cobellis e Fortunato in merito al Piano rifiuti

Quali scenari per il Cilento?

Si all’autonomia gestione rifiuti nel Cilento. Pica: “Sovraddimensionate le stime di quantità rifiuti”

Approvato il piano rifiuti: scongiurata la discarica nel Cilento?

Sempre più verso la discarica del Cilento

Valiante: nelle discariche non si possono fare discariche, punto

Aloia: “No alla discarica”

Salati: “E’ stata tradita la nostra fiducia”

Polo ecologico ovvero discarica

Polo ecologico di Vallo della Lucania: “Aloia perché dovevo comunicare dei carotaggi?”

Il Polo ecologico a Vallo della Lucania, tra i carotaggi in esecuzione e le polemiche

Polo ecologico di Vallo della Lucania, le trivelle in azione

Capodanno nella discarica

Nuovo fronte di dissenso sulla discarica: oltre al comitato Cilento oltre il Rifiuto di Laurito, dissensi a Vallo della Lucania per il Polo ecologico

Discarica di Laurito, capodanno ecologico al presidio Rizzoli: ”Bandita la plastica”

Discarica di Laurito, il presidio in località Rizzoli continua la sua protesta: “Invitiamo il popolo a partecipare anche durante le festività natalizie”

Ortolani: “Sono state chiuse due discariche ‘micidiali’”. Intanto Fasolino invita i rappresentanti del comitato a tornare a casa

La discarica di Laurito un ipotesi sempère più improbabile. Vertice in provincia per il polo ecologico di Vallo

La discarica invisibile. Le proposte alternative al polo ecologico 

Deliberata in giunta provinciale la proposta del Polo Ecologico a Vallo della Lucania

Un polo ecologico a Vallo della Lucania, la proposta alternativa dei sindaci del Cilento

Ortolani: l’area non è idonea. Visite guidate alla discarica

Cilento oltre il rifiuto: non intendiamo opporci alle forze dell’ordine

Cittadini, sindaci e Parco contro la discarica

Discarica Laurito, bloccate le operazioni di carotaggio

Senza autorizzazione del Parco del Cilento nessuna discarica. Intervista a Gianluca Lamanna di Cilento oltre il rifiuto

Il Cilento unito contro la discarica. Grande partecipazione a Laurito

Comitato Cilento oltre il rifiuto: “Chiudi a chiave l’indifferenza e avviati verso Laurito”

Discarica di Laurito. “Cilento oltre il rifiuto”: incontro pubblico a Palazzo Maintenti il 10 novembre

Rifiuti, Feola: “Non una ma più discariche a servizio del Cilento”

Laurito: il Principe vuole la discarica ma il popolo non si genuflette e si ribella. La “rivoluzione” parte da San Giovanni a Piro

Discarica di Laurito, botta e risposta tra il comitato “Cilento oltre il rifiuto” e il consigliere Fortunato

Laurito, “Questa discarica non s’ha da fare”

Su Tele Rofrano il video del consiglio intercomunale a Laurito sulla discarica comprensiorale

Cilento oltre il rifiuto: la petizione on line per dire “no” alla discarica a Laurito

Laurito. “Non toccate il nostro Cilento”, cresce il comitato contro la discarica

Laurito, “Cilento oltre il rifiuto” per informare, aderire, responsabilizzare

“Cilento oltre il rifiuto” è il gruppo Facebook contro la discarica di Laurito

Laurito: una delle quattro discariche provinciali sul suo territorio

Assemblea pubblica nell’aula consiliare di Laurito contro la discarica

Discarica di Laurito. “Siamo preoccupati per i giovani”