• Home
  • Cronaca
  • A Morigerati la storica iniziativa del Touring Club: «Un percorso straordinario il Cammino di San Nilo»

A Morigerati la storica iniziativa del Touring Club: «Un percorso straordinario il Cammino di San Nilo»

di Marianna Vallone

Sono state la terza e la quarta tappa del Cammino di San Nilo, quelle che hanno come punto di arrivo e di partenza il borgo di Morigerati, le protagoniste sabato e domenica della storica iniziativa ‘La Penisola del Tesoro’ organizzata dal Touring Club Italiano, che ha scelto il territorio del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni per l’importante evento nazionale. «Il cammino di San Nilo è un percorso straordinario che mette insieme in 103 km di percorso i tesori più belli del nostro territorio, con ben 14 comuni da visitare», ha detto Tommaso Pellegrino, presidente del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e capogruppo di Italia Viva in Consiglio regionale che ha proposto una legge regionale sui cammini e sugli itinerari culturali, e ha sostenuto nel corso della conferenza stampa nella Sala Nassiriya del Consiglio Regionale della Campania la proposta del Touring Club Italiano di certificare l’itinerario, ideato alcuni anni fa da Settimio Rienzo, vicepresidente dell’Associazione Gazania. Il Cammino di San Nilo nel Cilento bizantino, da Sapri a Palinuro, è un itinerario che ripercorre i sentieri degli antichi monaci italogreci, in particolare è dedicato al viaggio vocazionale intrapreso verso l’anno 940 dal giovane Nicola Maleinos per ricevere l’abito monastico nel cenobio di San Nazario e assumere il nome Nilo. In occasione della Penisola del Tesoro ci si immerge nel tratto tra la terza e la quarta tappa, con al centro il suggestivo borgo di Morigerati, Bandiera Arancione Touring.

È stato proprio il Cammino di San Nilo ad essere scelto dal Touring Club per l’evento la penisola del Tesoro, e il borgo di Morigerati, bandiera arancione del Touring Club italiano dal 2012, unico in tutta la provincia di Salerno, al centro della due giorni di iniziative. La storica iniziativa “La Penisola del Tesoro”, che da vent’anni porta cittadini e turisti alla scoperta dell’Italia meno conosciuta, quest’anno ha puntato i riflettori sui tanti cammini, grandi e piccoli, noti e meno noti, sparsi per l’Italia.

Tra i numerosi partecipanti del sabato e della domenica il consigliere e console regionale Giovanni Pandolfo, i consoli Enrico Andria e Paola Russo, il vice console Rosamaria Petrocelli, i soci attivi Rosi Di Stasi, Rosa Giannattasio, Donato Stabile, Enzo Stefanelli.

Sabato i partecipanti si sono radunati a Morigerati e hanno soggiornato nelle strutture del centro storico, poi l’inizio delle escursioni guidate a partire da quella alla Ferriera di Valle della Corte, al Ponte medievale sul Rio Bussentino e al bosco del Farneto. Domenica raduno nella frazione di Sicilì di Morigerati e la partenza per il sentiero storico della Madonna dei Martiri, la visita all’eremo di San Michele e all’Oasi WWF Grotte del Bussento, un sito naturalistico di oltre 600 ettari che racchiude uno dei fenomeni carsici più importanti d’Europa. I partecipanti si sono poi ritrovati per un Pic nic a base di prodotti del territorio e delle aziende a Marchio Parco in località Isca, ai bordi del fiume Bussento. La domenica pomeriggio è stata dedicata alla visita guidata al centro storico del borgo, per godere di uno dei tramonti più suggestivi del Cilento.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019