Abusi edilizi, ad Agropoli sequestrato fabbricato e ordinata demolizione

232
Infante viaggi

Questa mattina il nucleo di prevenzione e tutela territorio  della Polizia municipale di Agropoli, diretto dal vice comandante, Sergio Cauceglia, coordinato dal comandante, maggiore Carmine di Biasi, ha dato esecuzione al decreto di sequestro preventivo, emesso dal gip presso il Tribunale di Vallo della Lucania, apponendo i sigilli ad un fabbricato con annessa corte pertinenziale in località Mandrolla di Agropoli, zona sottoposta a tutela paesaggistica nonché inserita nel perimetro del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. La misura cautelare è scaturita a seguito di accertamenti eseguiti unitamente al personale dell’ufficio tecnico comunale, per difformità ai titoli edilizi assentiti, con l’ausilio altresì di reperti fotografici dell’Istituto geografico militare di Firenze.  Per le opere abusive è stata emessa ordinanza di demolizione e rimissione in pristino dell’originario stato dei luoghi. La misura cautelare reale è stata eseguita in danno di un sessantenne residente in provincia di Milano. Continua incessante l’attività di controllo della Polizia municipale sull’attività edilizia del territorio del Comune di Agropoli, fortemente voluta dal sindaco Adamo Coppola.

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl