• Home
  • Cronaca
  • Abusivismo nel Parco Nazionale del Cilento: sequestrati due chioschi a Palinuro

Abusivismo nel Parco Nazionale del Cilento: sequestrati due chioschi a Palinuro

di Giuseppe Galato

Come da manuale de “l’arte dell’arrangiarsi” sulle spiagge italiane – ed in particolare del sud – facilmente nascono attività commerciali in barba a licenze e regolamenti. Ed è diventata quasi consuetudine dare per scontato che sia del tutto normale che accada, persino in luoghi protetti come un Parco Nazionale: non è stato così questa volta.

A Palinuro, capitaneria di porto e polizia municipale di Centola-Palinuro hanno sequestrato due chioschi. Il primo situato in zona Saline, dove il proprietario aveva edificato uno stabile di fortuna in legno in maniera del tutto abusiva e senza licenze, il secondo in zona Dune, dove l’aspirante barman aveva trasformato la guardiola di un parcheggio in un piccolo punto vendita a pochissimi metri dal bagnasciuga.
Le accuse sono di occupazione di suolo demaniale marittimo ed esercizio abusivo di attività commerciale.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019