• Home
  • Cronaca
  • Cilento: altri abusi, altri sequestri e altri fermi

Cilento: altri abusi, altri sequestri e altri fermi

di Rito Ruggeri

I carabinieri di Sapri e di Marina di Camerota, hanno denunciato tre persone, due delle quali provenienti dalle province di Napoli e Cosenza, per il reato di illecito edilizio ed alterazione delle bellezze naturali in luoghi soggetti a speciale protezione, realizzazione di opere sottoposte a vincolo paesaggistico ed ambientale.

Gli uomini coordinati dal capitano Gianmarco Pugliese, comandante della compagnia carabinieri di Sapri hanno accertato che, a Sapri , avevano realizzato due tettoie in ferro e lamiere gregate, per uso commerciale, completamente abusive per una volumetria complessiva di circa 150mc, e per un valore complessivo di oltre trentamila euro, poi sottoposte a sequestro.

Mentre a Licusati,sempre abusivamente hanno realizzato un’opera edilizia, consistente in un piano ballatoio, chiuso ad un lato con una vetrata scorrevole, per una volumetria complessiva di circa ottanta mc, e per un valore complessivo di oltre quarantamila euro, poi sottoposto a sequestro.


Sempre nella giornata odierna, a Palinuro, i carabinieri di Centola Palinuro, hanno confermato l’arresto , emesso dalla procura della repubblica presso il tribunale di Vallo della Lucania, nei confronti dell’ottantenne di Palinuro, già pregiudicato per violazione continuata dei sigilli in una costruzione a Palinuro, del comune di Centola , arrestato il 21 ottobre di quest’anno.

L’ottantenne è stato condannato a sei mesi di reclusione presso il carcere di Vallo della Lucania.

 

 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019