I sanpietrini eppur si muovono

di Luca De Martino

Il 5 febbraio abbiamo trattato un problema relativo ad un ammasso di pietre localizzate in uno spazio pubblico ad Acquavena, lasciate al loro “destino” da molti mesi oramai.
Ad oggi non siamo riusciti ad avere risposte dall’Amministrazione del Comune di Roccagloriosa tuttavia abbiamo contattato l’architetto Monica Marando, progettista dell’intervento di riqualificazione della Piazza Potentissima nonché direttore dei lavori, per far luce su questa situazione.


D – Dott.ssa Marando, nel nostro articolo abbiamo parlato di “sanpietrini” che non fanno miracoli. Sono passati diversi mesi e la situazione è rimasta tale. Riuscirà l’Amministrazione a fare il miracolo di farle avere i soldi per iniziare i lavori?

R – Il miracolo, se così lo vuole definire, è già avvenuto. La riqualificazione di Piazza Potentissima avverrà in tempi brevi e proprio con l’utilizzo dei sanpietrini presenti nello spazio adiacente a cui Lei faceva riferimento. È già stata espletata la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori, con l’aggiudicazione alla ditta Bonizio Fioravante di Roccagloriosa. L’ufficio tecnico comunale ha provveduto alla stipula del contratto e si è già proceduto alla consegna dei lavori alla ditta secondo le procedure.

D –  In una piccola frazione come Acquavena che purtroppo ha poco da offrire soprattutto ai giovani, non Le sembra che ritardare su piccole opere pubbliche sia un ulteriore schiaffo alla cittadinanza o lo considera un “normale” ritardo?

R – Purtroppo i comuni si sono ritrovati in grosse difficoltà con i finanziamenti derivanti dalla Legge regionale n. 51 del 78, fonte dalla quale il Comune di Roccagloriosa ha attinto per finanziare il progetto della Potentissima. Negli ultimi anni infatti hanno dovuto anticipare, con disponibilità di cassa, il denaro necessario per far fronte agli impegni presi. La regione ha sospeso, per un lungo periodo, l’erogazione dei finanziamenti della Legge 51/78. Alla luce dei fatti  non trovo il ritardo “normale” ma neanche addebitabile all’amministrazione comunale.

D –  Ci dica quando inizieranno i lavori e soprattutto quando termineranno così da poter esserci all’inaugurazione.

R –  I lavori inizieranno di fatto, salvo particolari impedimenti, lunedì 14 febbraio previa emissione di ordinanza di chiusura al transito degli spazi. Riguarderanno il rifacimento del manto stradale con l’eliminazione dell’asfalto e la posa degli ormai “famosi” sanpietrini intervallati, secondo un disegno geometrico predefinito, da fasce di pietra grigia di Roccagloriosa. Il progetto prevede anche la realizzazione dei sottoservizi, con l’interramento dei cavi telefonici ed elettrici e una più razionale distribuzione degli spazi per la sosta e per i giochi dei bambini.
I lavori dureranno 150 giorni e dovranno terminare, salvo imprevisti, entro giugno 2011.
Sarà mia cura tenerla informata sullo “stato dell’arte” e sarò lieta di farle visitare il cantiere quando lo vorrà.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019