• Home
  • Comuni
  • Agropoli
  • Ad Agropoli un monumento dedicato al personale sanitario morto di covid-19

Ad Agropoli un monumento dedicato al personale sanitario morto di covid-19

di Antonio Vuolo

Il prossimo 9 marzo, nell’anniversario del primo lockdown, ad Agropoli verrà inaugurato un monumento dedicato al personale sanitario vittima del Covid-19. L’iniziativa è stata promossa dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Adamo Coppola e dalla farmacia Barlotti. Quest’ultima ha voluto donare alla Città un’opera dell’artista agropolese Erminio Ariano, che sarà posizionata nei Giardini dedicati ai caduti di Nassiryia.

Alla cerimonia sarà presente anche il Prefetto di Salerno, Francesco Russo, in rappresentanza del Governo.
Dopo lo scoprimento della statua (inizio ore 16), si procederà alla consegna di un defibrillatore alla comunità di Agropoli, anch’esso donato dalla Farmacia Barlotti. L’apparecchio verrà posizionato dinanzi al municipio, in piazza della Repubblica.

«Nel centenario della nostra istituzione di farmacia territoriale – ha spiegato Ignazio Milillo, titolare della farmacia Barlotti – abbiamo deciso di onorare la memoria di donne e uomini, medici, farmacisti ed infermieri, tutti operatori sanitari che pur non sapendo contro chi stavano combattendo, senza esito alcuno hanno offerto la propria vita per proteggere quella di tutti gli altri cittadini. Come anche il nostro presidente Mattarella più volte ha ricordato, dobbiamo mantenere sempre viva la memoria di questi giorni e di questi eroi, per formare le nostre coscienze e quelle delle generazioni future».

«Abbiamo subito accolto con favore l’iniziativa – ha detto il sindaco di Agropoli Adamo Coppola – era doveroso ricordare il sacrificio dei tanti operatori sanitari deceduti nel corso di questa terribile pandemia. Un sacrificio che ha consentito di curare oltre 12 milioni di cittadini positivi al Covid-19. La statua verrà collocata nei giardini dedicati ai caduti di Nassiriya che nei prossimi giorni saranno al centro di un’importante opera di riqualificazione».

«Voglio ringraziare la farmacia Barlotti, da sempre vicina alla nostra comunità, per lo straordinario gesto e per aver voluto donare anche un nuovo defibrillatore», ha concluso il primo cittadino.

«Sono stati due anni difficili – ha detto l’assessore con delega alla sanità, Rosa Lampasona – il covid non è stato ancora sconfitto ma grazie anche ai vaccini siamo sulla buona strada. È doveroso da parte di tutti noi rendere il giusto omaggio a colleghe e colleghi che oggi non ci sono più, ma resta per tutti l’esempio di una vita spesa per gli altri, senza il timore delle conseguenze che questo virus subdolo avrebbe potuto provocare. Sono questi i gesti che vogliamo onorare e ricordare, anche a beneficio delle generazioni future».

©Riproduzione riservata




A Cura di

Antonio Vuolo

Giornalista e comunicatore per passione e per professione da ormai oltre 10 anni, se non ho perso il conto. Il segreto? Avere dentro di sé sempre la stessa curiosità di un bambino. Mi appassionano i temi legati soprattutto alle questioni di attualità, allo sport, al territorio. Quando non sto con una penna in mano o una telecamera davanti, potete “trovarmi” in giro in qualche angolo del Cilento o del mondo, oppure più semplicemente in un bar a sorseggiare un calice di vino con gli amici.
Tutti gli articoli di Antonio Vuolo

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019