• Home
  • Cronaca
  • Non arrivano i fondi per i corsi di recupero, toccherà alle famiglie provvedere

Non arrivano i fondi per i corsi di recupero, toccherà alle famiglie provvedere

di Redazione

Niente soldi in cassa: preside invita i genitori a «fare da sé».

Niente fondi per i corsi di recupero estivi, dunque niente corsi. È quanto ha deciso il preside dell’ITC "Vico" di Agropoli, Michele Nigro, dopo che per mesi aveva atteso invano l’arrivo dei fondi per l’attivazione dei corsi di recupero da parte della scuola e destinati agli studenti con «debiti formativi» da saldare prima del prossimo anno scolastico.

E così, vista l’inutile attesa, il dirigente ha preso carta e penna e ha inviato una lettera ai genitori degli studenti interessati, invitandoli a «provvedere autonomamente» al recupero dei figli, visto il mancato accredito dei fondi da parte del ministero. In sostanza, le famiglie dovranno sobbarcarsi le spese delle lezioni private che in teoria dovevano spettare alla scuola.

«Si tratta di una scelta dolorosa – ha spiegato il preside Nigro – ma ancora più dolorosa sarà per le famiglie, visto che dovranno sobbarcarsi oneri economici non preventivati e tutt’altro che lievi». «Non c’era altra soluzione – ha proseguito il dirigente – la cassa "piange" perché non abbiamo ricevuto alcun accredito da parte del Ministero, nonostante questi benedetti corsi siano stati annunciati in pompa magna».

Nigro ha anche annunciato che i prossimi mesi saranno ancora più difficili, e ha indirettamente messo in "guardia" gli insegnanti che formeranno la commissione d’esame al Vico.

«Mancano anche i fondi per gli esami di Stato – ha aggiunto – Questo vuol dire che avremo difficoltà a pagare i commissari. Nei giorni in cui la provincia di Salerno è tra le più tartassate dalla riforma, con il taglio di 400 cattedre, questa è l’ennesima ciliegina sulla torta».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019