Albergatori di Salerno: «Rinviamo in primavera le ‘Luci d’Artista’»

di Marianna Vallone

Se il Covid ha fermato una delle attrazioni natalizie più affollate, le Luci d’Artista a Salerno, non è riuscito a contenere l’entusiasmo degli operatori del turismo di unirsi per far crescere la città. Aggregati nell’associazione “Destino Salerno” gli albergatori di Salerno hanno chiesto, in una lettera al Comune retto da Vincenzo Napoli e per conoscenza al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, di posticipare la prossima edizione di Luci d’Artista alla primavera 2021. E’ solo il primo atto di una serie di iniziative ed idee dell’associazione di albergatori del comune di Salerno nata per essere di supporto all’intera comunità cittadina.

«Ciò permetterebbe – scrivono – di motivare la domanda turistica interna in coincidenza di diverse festività religiose e civili, prima tra tutte la Pasqua, sopperendo alla presumibile assenza degli ospiti esteri che, in condizioni ordinarie, avrebbero visitato in quel periodo il nostro Paese». «Nel frattempo si potrebbe lavorare ad un piano di valorizzazione del turismo cittadino in chiave culturale con la creazione di un evento “Artisti in Luce”».

Otto i titolari delle strutture alberghiere di Salerno: Hotel Bruman, Albergo Fiorenza, Grand Hotel Salerno, Lloyds Baia Hotel, Mediterranea Hotel, Hotel Montestella, Hotel Plaza e Hotel centro congressi Polo nautico. Hanno aderito a “Destino Salerno” per dare stimolo al dibattito per lo sviluppo della città turistica, partendo da Luci D’artista a cui si riconosce «il valore enorme».  

©Riproduzione riservata