Allarme amianto sulla Mingardina, Wwf: «Parco del Cilento fai qualcosa»

Allarme amianto sulla Mingardina tra Camerota e Palinuro. A lanciarlo è il Wwf che chiede al Parco del Cilento un intervento deciso. La Mingardina, panoramica strada lungo la gola del fiume Mingardo, conduce a due tra le più belle località balneari del Sud Italia ed è percorsa dai turisti nel periodo estivo. Gli stessi, ma non solo loro, che abbandonano rifiuti. La piazzola più ampia al chilometro 3 è divenuta da tempo luogo di abbandono anche di materiali pericolosi quali l’amianto. «I nostri attivisti – dichiara Piernazario Antelmi delegato campano del wwf Italia – rinvengono frequentemente il materiale pericoloso sulla piazzola presentando la medesima una facile e comoda discarica per gli automezzi di ignoti abusivi. Dopo lastre, canne fumarie, recipienti in cemento-amianto, sono stati rinvenuti recentemente tubi pluviali e gronde in pessime condizioni, pertanto pericolosi per la salute dei cittadini e dell’ambiente. I materiali sono stati sempre segnalati prontamente alle autorità competenti: bisogna dire anche che l’amministrazione di Camerota ha provveduto nei tempi debiti a bonificare il luogo. Evidentemente gli anonimi inquinatori si sentono sicuri che il materiale sarà prelevato dal comune, a carico pertanto di tutti i cittadini».

©Riproduzione riservata