• Home
  • Cronaca
  • Alluvione golfo di Policastro, ripristinata la foce del fiume Cacafava

Alluvione golfo di Policastro, ripristinata la foce del fiume Cacafava

di Maria Emilia Cobucci

Sono stati conclusi nei pressi della foce del fiume Cacafava a Villammare, frazione costiera del Comune di Vibonati, i lavori di rifacimento e di ripristino dello stato dei luoghi interessati dall’alluvione che nello scorso mese di novembre aveva colpito il Comune del Golfo di Policastro. Ingenti danni dunque erano stati rilevati sull’intero territorio, tanto da indurre l’amministrazione comunale a chiedere insieme agli altri Comuni del Golfo colpiti dallo straordinario fenomeno atmosferico la stato di Calamità naturale, accordatogli subito dopo in tempi brevi. Ed è stata la stessa amministrazione capeggiata dal sindaco Franco Brusco che ieri in presenza del vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola, degli onorevoli Franco Picarone e Corrado Matera e del responsabile della Protezione Civile Italo Giulivo ha provveduto al taglio del nastro alla foce del fiume Cacafava. Un risultato importante per il Comune di Vibonati come sottolineato dal primo cittadino “per un Comune a vocazione turistica”.

“Devo ringraziare i protagonisti di questa pagina positiva del territorio – ha dichiarato il vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola –  Molto spesso ci incontriamo per rimpiangere una cosa non fatta,  questa volta invece siamo qui per tagliare un nastro che è simbolo di un’opera pubblica realizzata ma anche a prendere degli impegni per il futuro. Nessuno argomento è centrale e rappresenta il nostro futuro al pari della sicurezza del territorio e della difesa idrogeologica. Questa vicenda ha dimostrato che c’è un modello da tenere come esempio, formato da tre elementi portanti: una valida comunità locale nelle sue rappresentanze, una valida struttura regionale di Protezione Civile e una terza parte che è data dalla politica che deve dialogare con le comunità locali, dare indirizzi di governo e reperire le risorse. Solo in questo modo riusciremo a risolvere i diversi problemi”.

Quella del ripristino della area presente alla foce del fiume Cacafava è una delle prime opere realizzate dopo le alluvioni dello scorso anno. “Subito dopo l’evento meteorologico  eccezionale c’è stato l’immediato l’intervento della Protezione Civile. E  grazie allo stato di emergenza che ci è stato concesso – ha affermato il responsabile della Protezione Civile Italo Giulivo –  sono state accordate delle somme  aggiuntive da destinare al territorio. Possiamo dire che  tutte le situazioni più gravose sono state fronteggiate”.   

©Riproduzione riservata




A Cura di

Maria Emilia Cobucci

Giornalista per scelta ma anche per passione. Da sempre. Testarda e determinata come ogni cilentana che si rispetti. Amo raccontare il mio territorio, ricco di bellezze ma anche di tante storie che tutti dovrebbero conoscere.
Tutti gli articoli di Maria Emilia Cobucci

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019