• Home
  • Cronaca
  • Alta velocità, consigliere Pierro presenta ordine del giorno in consiglio regionale

Alta velocità, consigliere Pierro presenta ordine del giorno in consiglio regionale

di Pasquale Sorrentino

Il consigliere regionale della Lega Attilio Pierro ha depositato richiesta di un ordine del giorno presso la quarta commissione Trasporti della Regione Campania per discutere approfonditamente del progetto presentato dalla società RFI in merito ai lavori di realizzazione della tratta ferroviaria ad Alta Velocità che attraverserà la provincia di Salerno. «E’ necessario, oggi più che mai, discutere a tutti i livelli istituzionali delle opportunità legate alla realizzazione della tratta ferroviaria ad alta velocità in provincia di Salerno. – spiega il consigliere Pierro – Condivido le istanze del Comitato di lotta per l’Alta Velocità per Cilento, Golfo di Policastro, Sapri e per questo ho fatta richiesta di un Odg ad hoc nella prossima riunione della Commissione regionale Trasporti per discutere sull’ipotesi progettuale presentata da RFI relativa al Corridoio Trans-Europeo Scandinavo–Mediterraneo, nella parte in cui si prevede l’attraversamento della provincia di Salerno. Ci sono documenti, come quello prodotto dal “Comitato 1987”, – continua il consigliere della Lega – che ben illustrano i motivi per cui la seconda ipotesi del progetto di RFI sarebbe preferibile».

«La coincidenza dell’arrivo dei Fondi del PNRR – prosegue Pierro – ci impone scelte rapide nel concretizzarsi, ma anche la possibilità di “sognare in grande”. Abbiamo ottenuto una l’attenzione da parte del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti grazie alla sensibilità del nostro sottosegretario Alessandro Morelli, al quale abbiamo consegnato folta documentazione nel corso di una riunione che ho organizzato a Roma alla fine di novembre. Auspico che la Commissione tutta produca un documento che impegni la Giunta a intervenire con il Ministro delle Infrastrutture, RFI e Italfer in tempo utile rispetto al cronoprogramma di realizzazione dell’opera, al fine di promuovere la c.d. “Alternativa 2” che dal Vallo di Diano converge verso il Tirreno e il Cilento, proseguendo infine verso Sapri, Maratea e Praia e la realizzazione dell’interscambio tra la linea ferroviaria esistente e la linea alta velocità in progettazione».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019