• Home
  • Cronaca
  • Alta Velocità, sindaco di Sapri: «Se non includono la città, pronto a sciopero della fame»

Alta Velocità, sindaco di Sapri: «Se non includono la città, pronto a sciopero della fame»

di Maria Emilia Cobucci

Si è tenuto ieri il consiglio comunale sulla vicenda alta velocità di Sapri. Il Consiglio ha fatto proprio il documento sottoposto dal Comitato Civico 1987 che chiede al Governo e a RFI di includere anche Sapri nella costruenda nuova linea di Alta Velocità ed Alta Capacità. «Un atto politico su una questione di vitale importanza per la crescita e sviluppo del territorio», ha spiegato il sindaco Antonio Gentile. «Il provvedimento, che si aggiunge agli altri atti già prodotti in tal senso dal Consiglio Comunale e dalla Giunta Municipale nonché alle tante attività portate avanti con gli altri sindaci nei mesi scorsi presso le sedi istituzionali proposte, sarà inoltrato agli altri Comuni e alle Comunità Montane che insistono sul territorio per le rispettive adozioni e sarà oggetto di un’assemblea pubblica che si terrà in Città entro il termine di 10 giorni. Consapevole e certo dell’importanza dei comitati civici nonché delle risoluzioni a livello istituzionale ho annunciato al Consiglio che se nello stesso termine le Istituzioni competenti e di riferimento non daranno risposte concrete e serie, per le vicende alta velocità e ospedale di Sapri, inizierò come estrema azione di protesta civile lo sciopero della fame. A tal proposito accolgo con piacere l’adesione alla protesta da me annunciata del capogruppo di Sapri Democratica. Non molliamo un centimetro e lottiamo insieme per i diritti della Città», ha concluso il primo cittadino.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Maria Emilia Cobucci

Giornalista per scelta ma anche per passione. Da sempre. Testarda e determinata come ogni cilentana che si rispetti. Amo raccontare il mio territorio, ricco di bellezze ma anche di tante storie che tutti dovrebbero conoscere.
Tutti gli articoli di Maria Emilia Cobucci

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019