Altavilla Silentina, progetto per dipendenti pubblici non autosufficienti: ecco cos’è

Pubblicato l’avviso relativo al progetto ‘Home care premium’ per i dipendenti pubblici e i loro conviventi e familiari di primo grado, non autosufficienti. Si tratta di un progetto che interviene a supporto di anziani e disabili, sia minori che adulti, per consentire la loro permanenza a domicilio non solo con aiuti di tipo economico o con servizi, ma anche a sostegno della comunità degli utenti nell’affrontare e gestire le difficoltà connesse allo status di non autosufficienza proprio o dei propri familiari. L’iniziativa consente di accedere ai contributi per l’assistenza domiciliare dei dipendenti pubblici, pensionati pubblici ex Inpdap, loro coniugi conviventi e familiari di primo grado, residenti nei Comuni che fanno capo al Piano di zona S3 ex S5. Tra gli enti che hanno attivato il progetto anche il Comune di Altavilla Silentina, guidato dal sindaco Antonio Marra.

«L’impegno dell’amministrazione comunale nell’ambito delle politiche sociali –  dichiara il primo cittadino – continua ad essere molto alto. Abbiamo messo in campo numerose iniziative che, seppur non ancora percepite all’esterno da tutti, hanno offerto sostegno concreto alle fasce più deboli della nostra popolazione». Il progetto prevede prestazioni come  assistenza domiciliare per soggetti non autosufficienti con disabilità psichiatrica, fisica e/o motoria, progetti di assistenza e integrazione scolastica in favore di giovani studenti con disagi cognitivi e psichiatrici, interventi economici in favore di soggetti non autosufficienti residenti presso strutture residenziali e per i quali sia valutata l’impossibilità di assistenza domiciliare.

«Anche Altavilla, come gli altri Comuni dell’Ambito S3 ex S5 prenderà parte al progetto – spiega l’assessore alle politiche sociali Enzo Giardullo –  che riveste grande rilevanza per il territorio. Abbiamo deciso di aderire al fine di poter garantire specifici  interventi di assistenza alla comunità di utenti non autosufficienti ed ai loro familiari, che quotidianamente fanno i conti con  le innumerevoli difficoltà legate a questa condizione». Le attività sono finanziate dal fondo credito e attività sociali, alimentato dal prelievo, obbligatorio.  Il progetto prevede un contributo mensile erogato dall’Inps. Per  presentare la domanda, che va inviata entro il 27 febbraio,  è necessario essere iscritti alla banca dati dell’Inps e possedere il proprio codice Pin di accesso alla stessa. Coloro che non lo avessero ancora richiesto devono rivolgersi o all’Inps direttamente, o con modalità on line e richiedere il proprio codice Pin. Per informazioni e chiarimenti è possibile rivolgersi all’ufficio assistenza sociale del Comune di Altavilla Silentina, ogni lunedì e mercoledì.

©Riproduzione riservata