Ambientato tra Procida e il Cilento il libro di Claudio Macarelli

di Redazione

di Antonio Vuolo

Da Castellabate, uno dei borghi più belli del Cilento e d’Italia, all’isola di Procida, capitale della Cultura 2022. Tra queste due perle della Campania è ambientato il romanzo di avventura “Prokeitai – Dentro la luce” di Claudio Macarelli, sommozzatore professionista, con un grande amore per la scrittura, tanto da spingerlo a scrivere il suo primo romanzo.

Attraverso una trama avvincente, porta il lettore ad addentrarsi in una serie di episodi misteriosi, che percorrono i secoli a partire dall’epoca micenea per finire nelle profondità del mare di Procida all’alba del nuovo millennio. Un libro che trasmette l’amore per il mare e l’importanza del rispetto della natura.

Il volume, in libreria da maggio scorso ed edito da Aporema Edizioni, vede Marco, protagonista dell’opera, nei panni di un sommozzatore professionista e appassionato di Storia, che indaga, dopo una misteriosa iscrizione e il fortuito ritrovamento di un libro, approfittando di un lavoro che gli viene offerto a Procida: la stupenda isola sembra infatti l’unico punto d’unione tra alcuni strani episodi, accaduti in epoche diverse.
Spingersi sempre più a fondo, sia nel mare, da lui tanto amato, sia nella ricerca della verità, diviene così per il protagonista una vera e propria ossessione, che lo condurrà a incredibili sorprese. Al suo fianco, due splendide donne e un variopinto gruppo di amici, compagni di un viaggio verso l’ignoto.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019