Turismo ambientale nelle terre di Camerota

| di
Turismo ambientale nelle terre di Camerota

Nella serata del 25 giugno nei locali del Circolo Anziani di Marina di Camerota è stato presentato dall’associazione Posidonia il “Progetto di rilancio del turismo ambientale del Comune di Camerota e Centola e dell’intero massiccio del Bulgheria”.

Ha illustrato il “progetto” Salvatore Calicchio, anima storica dell’associazione, il quale, prima di entrare nei dettagli, ha colto l’occasione per tirare un sintetico bilancio delle attività svolte dall’associazione dal lontano 1994, anno da cui “siamo dentro il sistema del turismo ambientale. 17 anni, tanti, troppi, senza mai avere aperture vere da parte degli enti locali e degli altri enti territoriali”.

Ha rivendicato, il professore Calicchio, che, seppur lavorando nel “deserto amministrativo”, l’associazione è riuscita a tenere puliti ed organizzare ben sei sentieri che coprono gran parte del territorio del Comune di Camerota e che possono rappresentare la base per una “rete di sentieri” estesi su tutto il comprensorio del Monte Bulgheria.

Tra pochi giorni, sempre a cura dell’associazione, verranno segnalati con tabelle create dai soci, i primi due chilometri di sentieri.

Con il suo lavoro l’associazione è così riuscita, in questi anni, ad intercettare larghe fasce di turismo ambientale contribuendo, nel suo piccolo, a destagionalizzare le presenze sul territorio soprattutto grazie alla notevole attenzione prestatale da parte di paesi quali la Germania ed i paesi anglosassoni.

Lo sviluppo del “progetto” prevede la gestione, in collaborazione con l’associazione ”Mingardo e Miti” di Centola, di una rete di sentieri per “unire con questo lavoro il comune di Camerota ed il comune di Centola, dando un forte impulso al turismo ambientale”.

La volontà e quella di coinvolgere tutto il territorio in un’ottica di “sistema” che veda finalmente tutti uniti superare i campanilismi e le vecchie guerre di potere personale, per una nuova stagione di sviluppo del “turismo ambientale” per tutti i comuni del “comprensorio del Bulgheria”.


© Riproduzione riservata