Ambienti mediterranei, Stanziola: «Eventi anche in bassa stagione»

218
Infante viaggi

Promuovere e valorizzare un territorio ricco di storia e tradizioni, anche nei periodi di bassa stagione. E’ l’obiettivo di Carmelo Stanziola e dell’amministrazione comunale di Centola che ha dato il via all’ottava edizione di Ambienti Mediterranei, la kermesse culturale di fine settembre, cofinanziata dalla Regione Campania.

Ambienti Mediterranei, ha ogni estate ottenuto degli ottimi risultati. Come mai, quest’anno, si è deciso di farla partire nei  periodi di bassa stagione?

Uno degli obiettivi che, come amministrazione comunale, ci siamo prefissati da sempre, è stato quello di prolungare la stagione turistica ed estiva. Ed eventi come questi – destinati  in questo periodo – non possono far altro che soddisfare tale richiesta. Si iniziano a vedere i risultati di anni di investimenti e sacrifici.

Quest’anno Ambienti Mediterranei si fonde con altri eventi ugualmente importanti…

Tutti gli eventi sono importanti nel momento in cui, come in questo caso, sono  funzionali per concorrere a raggiungere lo stesso risultato. Si pensi al Corteggio storico, una occasione per rivisitare la tradizione, promuovere e valorizzare la storia e la cultura di luoghi troppo importanti per  essere dimenticati..

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

A proposito di eventi che non rientrano nell’ambito del Poc Campania, e di luoghi, la novità di quest’anno è, indubbiamente, il progetto “Rete Siti Unesco”, che coinvolge 14 siti del mezzogiorno Patrimonio dell’Umanità, tra cui la Costiera Amalfitana, il Parco nazionale del Cilento, i siti di Velia e Paestum e la Certosa di Padula. E che promuoverà la serata del 24 settembre, in piazza Virgilio a Palinuro con il concerto di Ron..

Quest’anno abbiamo ritenuto opportuno affiancare più idee progettuali, proponendo una molteplicità di eventi atti a soddisfare ogni genere di pubblico. Un grazie speciale va alla Provincia di Salerno tra gli Enti capofila del progetto Rete Siti Unesco che – insieme alla Provincia di Matera,Barletta – Adria – Trani, Caserta e Foggia – sta attivando una rete per promuovere – anche  attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie – l’offerta delle risorse paesaggistiche, culturali ed enogastronomiche dei territori.

Com’è andata la stagione turistica?

Fino a qualche anno fa la stagione turistica, a Palinuro, terminava il 23 agosto con “La notte del Mito”. Oggi, grazie ad una programmazione vasta e pianificata – che vede come ultima data il 28 settembre, con il Premio Palinuro –  e grazie a servizi essenziali come la fermata del Freccia Rossa ( fino al 15 ottobre) alla stazione di Centola – Palinuro – Marina di Camerota, l’offerta rivolta al turismo si è prolungata di un mese. Il mese di settembre è risultato, quindi, un valore aggiunto non solo per il turismo, ma anche per gli operatori turistici a cui mi appello affinché propongano pacchetti turistici allettanti. Se sinergicamente si riuscisse a posticipare l’apertura delle scuole il primo ottobre, a beneficiare finalmente di un collegamento come l’aeroporto Costa D’Amalfi di Salerno, e a dare maggior spazio a nuovi attrattori come il turismo termale, questo territorio potrà solo crescere.

©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl