Ancora rifiuti pericolosi nel Vallo di Diano, il sequestro ad Atena Lucana

336
Infante viaggi

Ancora un sequestro di rifiuti pericolosi nel Vallo di Diano, dopo quello di 16mila litri di sostanze tossiche irritanti e cancerogene effettuato la settimana scorsa. Questa volta, i carabinieri della Compagnia di Sala Consilina hanno rinvenuto, a pochi metri dal fiume Tanagro ad Atena Lucana, diverse cisterne contenenti liquidi. Il sospetto è che possa trattarsi, ancora, di idrossido di potassio, utilizzato come detergente alcalino per applicazione industriale. Tuttavia, per confermare di quale sostanza si tratti, bisogna attendere l’esito delle analisi. Nell’operazione condotta il 22 ottobre scorso dai militari dell’Arma erano state denunciate due persone per illecito deposito e trasporto di rifiuti speciali pericolosi. Oggi, invece, è al vaglio degli investigatori la posizione di un uomo, un pensionato, che sarebbe il proprietario del fondo agricolo sul quale sono state rinvenute le cisterne. Queste ultime, stando a quanto si apprende, sono simili ai contenitori sequestrati nei giorni scorsi.

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur