• Home
  • Eventi
  • Andrea Scanzi omaggia Battiato, lo spettacolo a Tortorella: è la prima volta nel Cilento

Andrea Scanzi omaggia Battiato, lo spettacolo a Tortorella: è la prima volta nel Cilento

di Marianna Vallone

Il borgo di Tortorella si prepara all’atteso evento di domani, giovedì 1° settembre, con Andrea Scanzi, per la prima volta nel Cilento. Nel suggestivo scenario di Piazza San Vito ripercorrerà la carriera dell’artista scomparso il 18 maggio 2021, in un appassionante spettacolo “E ti vengo a cercare”. Accanto a lui, a cantare e suonare alcuni dei brani più significativi di Battiato, Gianluca Di Febo. Già autore a teatro di spettacoli analoghi su Giorgio Gaber, Fabrizio De André, Ivan Graziani e Pink Floyd, Scanzi ripercorre la carriera di Battiato con particolare attenzione al (lungo) periodo d’oro che va da L’era del cinghiale bianco a Gommalacca, senza però dimenticare le sperimentazioni degli esordi e al tempo stesso gli ultimi lavori discografici, le cover e le tante collaborazioni. «Sarà la prima volta. Faccio teatro dal 2011 e non mi sono mai esibito nel Cilento. Sono onorato e dispiaciuto di non averlo fatto prima. Non vedo l’ora, mi dicono siano posti bellissimi», ha detto Andrea Scanzi. Intanto, questa sera, mercoledì 31 agosto, in piazza San Vito, alle ore 21:30 si terrà il concerto de “Le Ninfe della Tammorra”, anticipato da uno stage di tammurriata gratuito. Durante la serata anche un percorso con stand gastronomici. Tutti gli eventi si inseriscono nel ricco cartellone realizzato dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Nicola Tancredi e denominato “Estate Intra-moenia” che ha portato a Tortorella artisti come Giò Evan, Karima e serate di musica popolare con l’obiettivo di offrire al pubblico un programma eterogeneo, pensato per grandi e piccini.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019