«L’ospedale di Vallo della Lucania rischia la chiusura», tutti i sindaci cilentani chiamati a raccolta

E’ un appello che suona forte e chiaro e senza giri di parole: «L’ospedale di Vallo della Lucania rischia la chiusura». A lanciarlo, il sindaco di Vallo della Lucania, Antonio Aloia che sceglie prima di parlare con la stampa e poi di dare vita ad una iniziativa con i sindaci. Non è chiara nè la data nè la modalità con cui si procede, tant’è che in un comunicato viene riportato che i sindaci si incontreranno in «una assemblea entro la settimana prossima», mentre venerdì l’incontro è previsto con la stampa per annunciare un incontro probabilmente non fissato. Ma è certa l’emergenza: Nel comunicato il sindaco di Vallo della Lucania denuncia «la precarietà in cui versa l’ospedale San Luca di Vallo della Lucania, con carenza di personale e di attrezzature adeguate a soddisfare le esigenze degli utenti». L’allarme per ora ha il valore di un appello e di un invito ad un incontro pubblico con il mondo dell’informazione. Il peso specifico dell’iniziativa, la misura di un disagio denunciato, nonchè la cifra dell’annunciato ma per ora ipotetico incontro e la sua capacità di incidere proveremo a documentarla, non appena saranno resi pubblici i dettagli relativi al degrado e alla precarietà che per ora vengono soltanto segnalate.