Area marina sperimentale del Cilento: ad Acciaroli la proposta per istituirla

di Antonio Vuolo

Una veleggiata a bordo della Goletta Verde, nello specchio d’acqua di Acciaroli, per chiedere l’istituzione dell’area marina protetta sperimentale per la costa del Cilento, da Castellabate fino a Sapri. La storica campagna estiva di Legambiente, che da ormai ben 36 anni solca i mari italiani alla ricerca di inquinamento, situazioni critiche e illeciti, è arrivata sabato sera nel porto intitolato al sindaco pescatore Angelo Vassallo per poi rimettersi  in viaggio, oggi, verso Napoli, dove, presso la Lega Navale, al Molosiglio, presenterà in conferenza stampa i dati sulla qualità delle acque monitorati  lungo le coste della Campania. Eolico offshore, lotta alla crisi climatica e alle fonti fossili, depurazione dei reflui, aree marine protette, bonifiche dei territori inquinati, contrasto all’inquinamento da plastica in mare e difesa della biodiversità sono i grandi temi della campagna di quest’anno. La Goletta Verde è arrivata, ieri sera, nel porto di Acciaroli, dove poi si è svolto il convegno per la presentazione del progetto relativo alla creazione di un’unica area marina protetta sperimentale.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Antonio Vuolo

Giornalista e comunicatore per passione e per professione da ormai oltre 10 anni, se non ho perso il conto. Il segreto? Avere dentro di sé sempre la stessa curiosità di un bambino. Mi appassionano i temi legati soprattutto alle questioni di attualità, allo sport, al territorio. Quando non sto con una penna in mano o una telecamera davanti, potete “trovarmi” in giro in qualche angolo del Cilento o del mondo, oppure più semplicemente in un bar a sorseggiare un calice di vino con gli amici.
Tutti gli articoli di Antonio Vuolo

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019