Arminio, «Tornate»: a Camerota la campagna affissione sullo spopolamento dei paesi

L’associazione culturale “Bookcrossing Camerota”, intenta da sempre nella promozione della cultura, delle arti e della scienza, si è fatta promotrice, nel Comune di Camerota, di una campagna affissione dal titolo “Tornate”. Il manifesto è composto da una foto della torre normanna del castello marchesale di Camerota e uno scritto di Franco Arminio, poeta e “paesologo”, tratto dalla sua nuova raccolta di poesie e testi “La cura dello sguardo. Nuova farmacia poetica”, edito da Bompiani, 2020.

«Con questa operazione affrontiamo il delicato problema sociale, politico ed urbanistico dello spopolamento dei piccoli paesi, tematica comune a molte realtà del Cilento, non solo dell’entroterra. Un problema molto complesso e, purtroppo, fino ad oggi sottostimato. – spiegano – Non sarà un post sui social o un manifesto a risolvere la questione, ma è nostro intento ri-svegliare le coscienze. E soprattutto far emergere un aspetto preponderante, ossia che la vera anima di un borgo, di un paese o una città è il capitale umano».

«L’operazione può sembrare anche provocatoria, – aggiungono – poiché chi è partito lo ha fatto per nobili esigenze, ed in alcuni casi forse non ha avuto scelta. Ma altrettanto coraggio l’ha manifestato chi è rimasto qui, ancorato alle proprie radici. In un’epoca in cui si parla di sviluppo sostenibile, resilienza e decrescita felice, la rivitalizzazione dei paesi è un obbligo civile e sociale; un atto eroico storico e geografico, un segno tangibile di identità ed appartenenza. Partiamo da chi è rimasto, magari un domani torneranno».

©Riproduzione riservata