Artiste capaccesi a Roma presentano il “Festival Internazionale della Poesia Sociale”

di Redazione

Sabato 4 giugno, a partire dalle ore 18.00, la poetessa capaccio-pestana Milena Cicatiello, accompagnata da un gruppo di artiste locali e sostenuta da operatori della cultura produttiva, lancerà, alla presenza della stampa nazionale, il primo “Festival Internazionale della Poesia Sociale”, presso il Teatro del Pepe, sede nazionale di “Fare Ambiente”, a Roma.

Scopo della manifestazione (patrocinata da “Fare ambiente”, da “Assosinderesi per una cultura etica”, da “Wikipoesia”, dagli Istituti Culturali in Italia di Egitto, Francia e Spagna e dalla Commissione Europea, Rappresentanza in Italia) è quello di affermare un Umanesimo contemporaneo e di incentivare la funzione etica e sociale della poesia, forma d’arte che, più di tutte, ci mette in contatto diretto e immediato con le emozioni, per  farne anche uno  strumento di condivisione, di  impegno civile e di denuncia delle vecchie e nuove forme di emarginazione e disagio sociale. La manifestazione avrà cadenza annuale e ogni anno trarrà ispirazione da un poeta/scrittore impegnato della letteratura mondiale.

Questa prima edizione del Festival sarà dedicata alla figura di Grazia Deledda, per celebrare il 150esimo anniversario dalla sua nascita. Ed è proprio con l’intento di valorizzare i contenuti espressi dalla grande scrittrice, ma in un’accezione allargata e più confacente alla realtà odierna, che essa concernerà le seguenti tematiche:  donne e localismi, violenza di genere, pari opportunità. Madrina d’eccezione della serata sarà l’onorevole parlamentare Maria Teresa Baldini.

Subito dopo la conferenza stampa, seguirà, quale evento di apertura dell’intero Festival, la presentazione del nuovo libro della Cicatiello, la silloge poetica dal titolo “Le vite che non ho scelto” (edizioni Piavani), libro incentrato sulla violenza di genere e sulla crisi d’identità dell’uomo contemporaneo. L’opera si è classificata prima assoluta nell’ambito del Premio “Rinascimento” 2021 fondato da Vittorio Sgarbi. È stata, inoltre, tradotta in lingua inglese e pubblicata  sul “Journal of Italian Translation “ di New York (rivista accademica dell’Università di Brooklyn). Ad affiancare la Cicatiello nella presentazione del suo libro, saranno il giornalista e critico letterario Salvo Iavarone, nelle vesti di moderatore; relatori dell’opera saranno, invece, l’operatore culturale Claudio Aprea e il Presidente nazionale di “Fare Ambiente”, Vincenzo Pepe.

Fondamentale per la riuscita dell’iniziativa, l’apporto di due giovani artiste del territorio, Maria Antonietta Sparano (autrice della copertina e delle illustrazioni del libro)  e Giusy Paolillo (attrice declamatrice), che insieme daranno forma, voce e anima ai versi della Cicatiello. Non solo: la Paolillo darà lettura del “Manifesto Ufficiale della Poesia Sociale”, mentre, in contemporanea all’evento, si terrà una mostra personale della Sparano, con delle tavole realizzate traendo ispirazione dalle emozioni da lei provate durante la lettura dei versi della Cicatiello.

L’evento sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina facebook Milena Cicatiello. Il Festival Internazionale della Poesia Sociale riprenderà il suo corso con una serie di eventi che si svolgeranno, questa volta, a Capaccio Paestum. A breve la pubblicazione del calendario sulle principali testate locali.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019