Ascea, associazione ‘Donna sempre’ presenta ‘Musicall Center’

Per il settimo anno di seguito il cineteatro Parmenide della Fondazione Alario per Elea – Velia Onlus a Marina di Ascea ha ospitato lo spettacolo portato in scena dall’Associazione Donna Sempre – Cilento Onlus 2012. Lo scorso 27 dicembre Musicall Center, commedia musicale scritta e diretta da Mauro Palumbo, con le scenografie di Antonio Galzerano, audio e luci di Liberato Merola, il patrocinio e il contributo economico del Comune di Ascea, ha divertito e fatto riflettere i numerosi spettatori, partecipi di quella che ormai è una tradizione non solo per l’Associazione Donna Sempre, ma anche per la popolazione cilentana.

Musicall Center è una commedia dolceamara come la vita, come l’amore: i dolori, le gioie e le piccole manie, spie di sentimenti sofferti e a lungo nascosti, di operatori di call center incalzati da un capo inflessibile e da scadenze non procrastinabili gettano luce su un panorama lavorativo impietoso, che al benessere degli impiegati antepone per necessità di mercato la logica dell’utile e del profitto indiscriminato. Quando l’operatore sembra iniziare un irreversibile processo di trasformazione in “macchina”, ecco levarsi dalla propria postazione di lavoro la voce di Tommasina Aiello (come non rammentarsi di Masaniello, fautore delle rivolte che nel 1647 diedero del filo da torcere al governo vicereale spagnolo!) la quale, mal sopportando la politica aziendale dei “grandi capi”, incita i propri colleghi ad una rivolta all’apparenza pacifica: lo sciopero.

Mauro Palumbo, solito a portare sulla scena non maschere, ma personaggi modellati con l’argilla della Commedia umana, anche in questo suo ultimo lavoro fa leva sui caratteri e le buone azioni dei protagonisti, che a differenza delle mosse di Masaniello, porteranno alla lieta conclusione delle vicende. Vera primadonna della commedia è la Parola: è quest’ultima, infatti, a sedurre, a guidare, a convincere, doti fondamentali di ogni operatore di call center che si rispetti. Gli operatori (morale della favola) non sono però solo voci, e ad interpretarli, prestando loro il volto, sono stati uomini e donne del Cilento, che con coraggio e intraprendenza si sono confrontati con il palcoscenico: Cinzia Fenucciu, Giovanna Rizzo, Fiorello D’Angiolillo, Olga Lucia, Manuela Fierro, Tonino Sacco, Annamaria Tardio, Giovanna Lombardi, Rita Speranza, Gino Maiuri, Cristiano Castaldo, Marina Cicerelli.
L’Associazione Donna Sempre Cilento – Onlus 2012, presieduta da Rita Speranza e con presidente onorario il professore Settimio Mordente, è attiva da otto anni sul territorio cilentano.
Attraverso manifestazioni ludiche come gli spettacoli, tramite giornate di screening e visite gratuite, l’Associazione si pone come finalità primaria la diffusione della consapevolezza che il primo e più importane passo per la cura della neoplasia mammaria sia la diagnosi precoce. L’Associazione, tra le tante attività, aiuta le donne operate a raggiungere un rapido recupero psicofisico, facilita il loro reinserimento familiare e sociale e prosegue nella propria opera di sensibilizzazione dei cittadini del Cilento (uomini e donne) alla necessità di controlli costanti per la prevenzione di patologie della mammella. Durante il 2019 l’Associazione si è fatta promotrice del progetto “SALUS – CONOSCERE LA MALATTIA”, sulla prevenzione non solo della neoplasia mammaria, ma anche di altre patologie. Per costruire la consapevolezza del benessere, la prevenzione e la conoscenza della malattia sono fondamentali, perché si è e si rimane donne sempre, nonostante tutto.
©Riproduzione riservata