Ascea, violenta figlia minorenne: preso dai carabinieri

7694
Infante viaggi

Questa mattina, a Roma, i carabinieri della compagnia carabinieri di Vallo della Lucania, coordinati dalla procura vallese, hanno dato esecuzione ad una misura cautelare, nei confronti di un soggetto residenti nella capitale. L’uomo deve rispondere di maltrattamenti in famiglia per degli episodi di violenza commessi nei confronti dei due figli minori di 12 e 13 anni. L’indagine nasce da una segnalazione raccolta dalle forze dell’ordine di Ascea. Dopo la denuncia i carabinieri hanno indagato mantenendo il massimo riserbo sulle indagini. Gli incroci dei dati, la raccolta di elementi utili, ha permesso di far luce sulla difficile quotidianità dei minori.

Il padre, di origini romane, ma domiciliato ad Ascea, aveva ricevuto in affidamento i figli in seguito alla separazione dalla moglie, quindi si trovava ad essere l’unico punto di riferimento per i due adolescenti. A rendere il quadro ancora più doloroso, l’ombra della violenza sessuale che sarebbe stata perpetrata nei confronti della figlia proprio dalla figura che, più di ogni altra, avrebbe dovuto proteggerla.

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl