• Home
  • Cronaca
  • Assistenza scolastica specialistica, il Piano di Zona S9 al fianco dei docenti

Assistenza scolastica specialistica, il Piano di Zona S9 al fianco dei docenti

di Maria Emilia Cobucci

Il Piano di Zona Ambito S9 ha assicurato il servizio di assistenza scolastica specialistica a partire dal primo giorno del nuovo anno scolastico 2022/2023. Il servizio svolto da personale specializzato affianca il lavoro dei docenti ed è finalizzato a garantire un’ efficace inclusione scolastica degli alunni con disabilità promuovendone la socializzazione e l’ integrazione nel gruppo classe, l’ autonomia e la valorizzazione delle abilità personali.

L’ Ambito S9 assicura il servizio a tutti i richiedenti, in possesso dei requisiti, a prescindere dal grado di disabilità. Il lavoro di un educatore, un facilitatore alla comunicazione o un musicoterapista è fondamentale per il potenziamento di abilità residue e il recupero di altre in alunni con un grado di disabilità non grave. Ecco perché il numero di ore di assistenza specialistica sono assegnate considerando i bisogni e le esigenze dell’alunno, cercando di rispondere al meglio agli obiettivi e alle indicazioni prefissate nel PEI ( Piano Educativo Individualizzato) adottato dalle scuole.

«Il servizio di assistenza scolastica specialistica è un servizio che è stato ampiamente discusso ai tavoli del Coordinamento Istituzionale, al fine di ottimizzare un servizio che per l’ Ambito è un fiore all’ occhiello. Contrariamente a quanto, a volte, insinuato negli anni precedenti, il Piano di Zona S9 ha sempre operato nella trasparenza e nella correttezza amministrativa, cercando di erogare servizi che rispondessero ai bisogni del territorio nel rispetto degli obiettivi da raggiungere e degli importi programmati – afferma la Coordinatrice Gianfranca Di Luca – Fare partire il servizio di assistenza scolastica specialistica dal primo giorno di scuola può sembrare una formalità per molti, ma non lo è. Le istruttorie delle domande richiedono il giusto tempo, soprattutto quando arrivano incomplete, così come impegnare correttamente la spesa, cercando di assicurare il servizio per tutto l’ anno scolastico. L’ educazione è un diritto fondamentale da garantire ad ogni bambino a prescindere dalle capacità e dai bisogni di ciascuno, senza che nessuno ne sia escluso, assicurando a tutti concrete opportunità di apprendimento e di sviluppo. Buon anno scolastico a tutti: alunni, insegnanti, famiglie e agli operatori delle Cooperative».

©Riproduzione riservata




A Cura di

Maria Emilia Cobucci

Giornalista per scelta ma anche per passione. Da sempre. Testarda e determinata come ogni cilentana che si rispetti. Amo raccontare il mio territorio, ricco di bellezze ma anche di tante storie che tutti dovrebbero conoscere.
Tutti gli articoli di Maria Emilia Cobucci

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019