Beatificazione di Carlo Acutis: apertura della tomba e venerazione ad Assisi

16570
Infante viaggi

di Marianna Vallone

E’ intensa l’attesa per la beatificazione di Carlo Acutis, il giovane morto il 12 ottobre 2006 a Monza, a 15 anni, a causa di una leucemia fulminante. E’ uno dei giovani indicati da Papa Francesco come modelli nella Christus vivit, insieme a tre italiani (san Domenico Savio e i beati Piergiorgio Frassati e Chiara Badano). Ad Assisi, città-simbolo della pace, che nel mondo viene identificata con uno dei santi più amati, San Francesco, ospiterà la cerimonia di beatificazione in programma il 10 ottobre alle ore 16:30 nella Basilica superiore di San Francesco. Il corpo, traslato nel 2016 al Santuario della Spogliazione, sarà visibile dal 1 ottobre. Per la prima volta dalla morte la sua tomba sarà aperta alla venerazione fino al 17 ottobre.

APERTURA TOMBA CARLO ACUTIS, GUARDA LE FOTO

Chi era Carlo Acutis
Carlo, nato a Londra nel 1991, dove i genitori si trovavano per motivi di lavoro, fu segnato da una pietà profonda quanto precoce. Fece la Prima Comunione, con un permesso speciale, a sette anni. Fu un adolescente da Messa e Rosario quotidiani. Maturò un amore vivo per i santi, per l’Eucaristia, fino ad allestire una mostra sui miracoli eucaristici che oggi è rimasta online e ha avuto un successo inaspettato, anche all’estero.

Carlo Acutis e il legame con il Cilento
La mamma di Carlo Acutis, Antonia Salzano, ha frequentato molto Centola. Ogni estate Carlo, con la famiglia, da Milano trascorreva le vacanze a Centola-Palinuro, e ha sempre visitato il Santuario Eucaristico di San Mauro La Bruca. L’anno scorso, l’amministrazone comunale guidata dal sindaco Francesco Scarabino, ha intitolato al giovane una strada, Vicolo I Castelluccio. La cerimonia si è tenuta il 25 luglio in occasione proprio del cinquantesimo anniversario del miracolo eucaristico che il giovane Carlo aveva fatto conoscere a tutto il mondo tramite il web. Il miracolo eucaristico di San Mauro La Bruca è avvenuto nel 1969: 63 ostie consacrate, rubate da ignoti ladri sacrileghi furono successivamente ritrovate integre, e si conservano tuttora intatte dopo più di quarant’anni.

GUARDA LA DIRETTA DAL SANTUARIO

  • assicurazioni assitur

Programma dal 1 al 17 ottobre
L’apertura del sepolcro ci sarà nella mattinata di oggi, giovedì 1 ottobre. Domani, 2 ottobre, ci saranno le inaugurazioni, nella cattedrale di San Rufino e a Santa Maria degli Angeli, delle due mostre, quella sui “Miracoli eucaristici” e quella sulle “Apparizioni Mariane”, ideate dallo stesso Carlo mentre in serata è previsto un evento online dedicato ai giovani dal titolo: “Beato Te: a scuola di felicità con Carlo Acutis”, a cura della Pastorale giovanile regionale. Sabato 3 ottobre alle ore 21 al Santuario della Spogliazione ci sarà la visita dei vescovi della Conferenza episcopale delle Marche per la venerazione del corpo di Carlo Acutis. Il 5 ottobre è previsto un momento di testimonianza con il ricordo della mamma, Antonia Salzano e di alcuni amici assisani di Carlo. L’incontro sarà moderato da padre Enzo Fortunato, direttore della Sala Stampa del Sacro convento. Il 6 ottobre alle ore 17 nella sala della Spogliazione. “Francesco e Carlo: due giovani a confronto”, Paolo Rodari, vaticanista de La Repubblica intervista il vescovo Sorrentino. Nel pomeriggio dell’8 ottobre, al Santuario della Spogliazione, ci sarà la presentazione del libro della giornalista Mediaset, Safiria Leccese dal titolo: “La ricchezza del bene” alla presenza degli imprenditori raccontati nel volume. Il 9 ottobre, vigilia della Beatificazione, ci sarà una veglia di preghiera a Santa Maria degli Angeli, alla presenza del vescovo ausiliare di Milano, monsignor Paolo Martinelli e del presidente della Conferenza episcopale umbra, monsignor Renato Boccardo e animata dalla Pastorale giovanile diocesana; nella circostanza tutta Assisi diventerà “Città Eucaristica” con momenti di Adorazione in diverse chiese del centro storico. La cerimonia di beatificazione di sabato 10 ottobre, che potrà essere seguita attraverso maxi-schermi allestiti in diverse piazze, sarà presieduta dal cardinale Giovanni Angelo Becciu, prefetto della Congregazione delle cause dei santi. Prima e dopo la celebrazione, animazione a cura di Marco Mammoli, conduce Safiria Leccese. Domenica 11 sempre al Santuario della Spogliazione alle ore 11 il ministro generale dell’Ordine dei Frati minori Cappuccini, P. Roberto Genuin, presiederà la santa messa, mentre il 12 ottobre, nel giorno della memoria liturgica del Beato Carlo Acutis sarà il vescovo diocesano monsignor Sorrentino a celebrare la santa messa delle ore 18. Nella mattina del 13 ottobre momento di riflessione nella sala della Spogliazione dal titolo: “Eucarestia e malattia, quando la sofferenza luce”. Nel pomeriggio alle ore 18 al Santuario della Spogliazione sarà il presidente della Ceu, monsignor Boccardo a presiedere la santa messa. Il 16 ottobre nel salone Papale di San Francesco è in programma un convegno dal titolo: “Carlo Acutis e la digital economy”, al quale partecipano padre Paolo Benanti, docente presso la Pontificia Università Gregoriana, Luca Tomassini, fondatore di Vetrya e Giovanna Melandri, presidente della Human Foundation e Sia (Social impact agenda per l’Italia) e presidente della Fondazione Maxxi. Il periodo di venerazione del giovane Beato terminerà il 17 ottobre alle 10,30 con la santa messa al Santuario della Spogliazione, presieduta dal vescovo Sorrentino con la partecipazione di tutte le rappresentanze diocesane. Al termine sarà chiusa la tomba del Beato.

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur