Bilancio di fine anno del sindaco di Camerota: «Per il 2015 meno tasse sui rifiuti e più promozione per le nostre bellezze »

Il sindaco del comune di Camerota, Antonio Romano, nella conferenza stampa di fine anno ha dedicato un titolo paradigmatico per quello nuovo “La realizzazione di un sogno”,  cioè ultimare i lavori del centro polivalente – iniziati questo mese – entro la fine del 2015. Il sindaco Romano  sottolineando poi «il grande sforzo dall’amministrazione» per la promozione turistica del comune di Camerota che oggi, a pieno titolo, ha assunto un ruolo di comune traino per l’intero territorio cilentano.

Sindaco Romano quando finiranno i lavori al centro polivalente e a cosa servirà l’opera? Premetto che l’opera è stata finanziata totalmente con i fondi della comunità Europea (due milioni e trecento mila euro) a cui si aggiungono i rimanenti fondi Fas Regionali (circa 450 mila euro). L’opera ha come primo obiettivo dare risposte alle esigenze sociali dei giovani e alla persone diversamente abili. All’interno del centro polivalente esisteranno dei locali che, diventeranno sedi operative e saranno messe a disposizione delle varie associazioni comunali, inoltre è previsto la costruzione di un bar, un ristorante, un centro telematico, il tutto avrà gratuitamente la copertura wi-fi. Al centro della struttura esisterà uno spazio dedicato al tennis, pallamano, basket ecc.ecc.. Infine, il centro sarà destinato per eventi musicali, teatrali e banchi didattici scolastici ad ampio respiro

Quali altre novità sono previste nel 2015? Riduzione graduale della tassa sui rifiuti. Interventi di visibilità Nazionale sulla natura e ambiente coinvolgendo così come è stato fatto quest’anno Sky, la Rai, discovery channel e la 2^ televisione Tedesca, 

Ci dica, quali altre opere pubbliche sono previste nel 2015? Con l’assessore competente abbiamo redatto un programma per le opere pubbliche, con particolare riferimento allo stato di attuazione delle procedure per l’avvio dei lavori per il depuratore già finanziato per 9 milioni di euro. La prefettura di Salerno è la stazione appaltante ed è in attesa della sentenza del consiglio di stato che deve esprimersi entro fine gennaio, per conoscere la ditta aggiudicataria dell’appalto, pertanto per marzo 2015 i lavori dovrebbero partire. Per il porto è stato ottenuto un finanziamento di un milione e settecento mila euro dalla Comunità Europea per l’allungamento del molo di sopraflutto. Per l’edilizia privata sono state rilasciate oltre 200 tra autorizzazioni e permessi a costruire “un piccolo ma significativo segnale di inversione di tendenza”. Essere stati inseriti tra i comuni fondatori del Club delle Vele. è stato un segnale della credibilità riconquistata da Camerota non solo nel comprensorio ma anche a livello nazionale”. Ultima novità entro marzo 2015 sarà pronto il PUC preliminare.

©Riproduzione riservata