Blitz della guardia costiera sulla spiaggia più bella d’Italia: fermate 10 imbarcazioni

La guardia costiera dell’ufficio marittimo di Marina di Camerota è entrata in azione nella baia degli Infreschi. La spiaggia, che l’anno scorso ha vinto il riconoscimento di più bella d’Italia (premio Legambiente), viene invasa ogni estate da migliaia di persone che, accompagnati dai barconi che partono dal porto oppure con la propria imbarcazione, raggiungono quell’angolo di paradiso incastonato tra le rocce del Mito e quelle acque di mille colori. Sulla spiaggia e nella baia, che ricade nell’area marina protetta della Massetta e Costa degli Infreschi, ci sono particolari regole da rispettare. Una di queste è l’attracco e la sosta: non si può gettare in mare l’ancora, altrimenti la posiodnia sul fondale andrebbe rovinata. Gli uomini del comandante Amleto Tarani sono arrivati ieri pomeriggio a porto Infreschi a bordo di una motovedetta e hanno sorpreso dieci diportisti. Alcuni avevano ancorato la propria imbarcazione sul fondo, altri si erano avvicinati troppo alla riva per lasciare sulla spiaggia i passggeri e, infine, altre barche, navigavano nella zona riservata ai bagnanti. «Continueremo a controllare la baia nei prossimi giorni – fanno sapere dall’ufficio marittimo di Marina di Camerota – le regole in quella zona vanno rispettate e noi vigileremo ed entreremo in azione sempre più spesso».

©Riproduzione riservata