• Home
  • Politica
  • Scarpitta: alla politica politicante preferisco i fatti

Scarpitta: alla politica politicante preferisco i fatti

di Redazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Credo sia giunto il momento di fare il punto sulla situazione politica del comune di Camerota, attraversata, in questo periodo, da annunci, conferenze stampa, slogan e voci di ogni tipo. Avverto la responsabilità di compiere una operazione di chiarimento e di trasparenza dinnanzi ai cittadini che si vedono raggiunti da messaggi spesso lontani anni luce da una realtà che è molto più dura di quanto si voglia fare credere. Alcuni giorni fa una parte dell’opposizione ha convocato una conferenza stampa per fare il bilancio di questi mesi di amministrazione a guida Bortone e dell’operato della minoranza. In quell’occasione sono emersi i buoni propositi per il futuro, il compiacimento per le battaglie intraprese, ed anche ipotesi di unità delle forze di opposizione, prontamente bloccate da una parte di questa, con il risultato di rendere note le divisioni che ci sono (che sarebbe sbagliato nascondere), tra i due o tre gruppi di minoranza. Condivido infatti l’analisi di Francesco Leo, che ha frenato l’ipotesi della convergenza, sottolineando una differenza di fondo tra i due gruppi, differenza che ci ha visto fronteggiare su schieramenti opposti in campagna elettorale e che oggi rimane in tutta la sua essenza, nonostante i punti in comune che, di volta in volta, è giustissimo apprezzare e valorizzare nell’interesse della collettività. Interesse che è sempre al primo posto per chi, con responsabilità, approccia alla politica, a prescindere dai soggetti con i quali si collabora a tale scopo. Tradotto significa che, dinanzi alla necessità di garantire benessere alla nostra gente, io sono pronto a collaborare con chiunque e di qualsiasi colore, con il resto dell’opposizione, come anche con la maggioranza, purchè si compiano azioni concrete per il nostro territorio. All’opposizione dell’apparire quindi preferisco quella concreta del fare. All’opposizione degli slogan preferisco quella dell’operosità e dell’impegno quotidiano. All’opposizione dei buoni propositi per il futuro preferisco le dimostrazioni nei fatti quotidianamente. All’opposizione delle alleanze politiche strategiche preferisco collaborazioni quotidiane per risolvere i problemi reali ai nostri cittadini. In questo mi sento differente ed in questo vedo differente la formazione della quale faccio parte, Insieme cambierà, che è nata a tale scopo, per ribaltare vecchie logiche di opportunità politica e vecchie alleanze, e mettere insieme persone capaci e responsabili che si fanno carico in prima persona di impegnarsi per migliorare la vita della gente e sollevare il destino di un territorio. Un progetto aperto, quello appunto di Insieme cambierà, che oggi è ancora più attuale, poichè c’è ancora maggiore bisogno di liberarsi da vecchi schemi della politica politicante, già ampiamente e tragicamente sperimentati ed abbracciare la logica delle persone giuste al posto giusto, affinchè la politica diventi uno strumento di soluzione di problemi collettivi e non faccia il contrario, cioè mettere la collettività al servizio per la soluzione di problemi soggettivi quali quelli dei politici stessi. Ed io questo mio modo di intendere l’impegno pubblico credo di averlo dimostrato quando ho chiesto al sindaco Bortone di lavorare in collaborazione per risolvere il problema della strada bloccata dalla frana e per costruire un percorso per la soluzione dell’annoso problema del palazzetto dello sport, che ci vedrà di nuovo impegnati nei prossimi giorn,i (dove tra l’altro parte della minoranza è stata assente), come per altre iniziative. Credo di averlo dimostrato quando insieme agli altri colleghi dell’opposizione abbiamo portato in Consiglio comunale istanze comuni ed abbiamo votato le decisioni che condividevamo. Credo ancora di averlo dimostrato quando ho avvicinato persone di buona volontà per contribuire ad organizzare eventi ed iniziative di valore per i nostri giovani e per i nostri cittadini. E’ questo dunque che mi interessa in primo luogo: i fatti concreti e la gente che ha voglia di fare per gli altri. Tutto il resto appare ai miei occhi come sterile chiacchiericcio, figlio di una logica superata e di cortile che al nostro territorio non ha portato vantaggi negli anni, se non a pochi soggetti che di questa logica hanno approfittato per fini carrieristici, individuali o di altra natura, sicuramente distinta e distante dal bene collettivo. Sono stato eletto al Consiglio Comunale di Camerota tra le file dell’opposizione ed in essa continuerò a svolgere il mio dovere di rappresentante del popolo. Purtuttavia credo che la soluzione non stia nella vecchia politica muscolare ed ideologica, ma nel progetto di Insieme cambierà, che va al di là di questa maggioranza e questa opposizione e rilancia un appello a tutta la collettività invitandola a mettersi al lavoro per unire le migliori forze, la gente normale di buona volontà e chi sente il bisogno di mettersi al servizio di tutti gli altri, al di là dei preconcetti, ma con la determinazione di sbarazzarsi definitivamente delle ruggini della vecchia e insopportabile politica delle chiacchiere e degli interessi particolari, per il raggiungimento di obiettivi concreti a vantaggio della nostra comunità.

Mario Scarpitta

 Insieme Cambierà

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019