Camerota, capitaneria sequestra ’palme’ per pesca a lampughe

di Maria Emilia Cobucci

La guardia costiera di Palinuro, agli ordini del comandante Amalia Mugavero, nella giornata di ieri ha posto sotto sequestro 43 attrezzi vietati rinvenuti nelle acque antistanti Marina di Camerota, poche miglia fuori l’Area Marina Protetta Costa degli Infreschi e della Masseta. Si tratta dei F.A.D. (fishing aggregating device) dispositivi di concentrazione del pesce, comunemente noti come “cannizzi” ed utilizzati per attrarre in superficie alcune particolari specie, ad esempio le lampughe, che poi vengono pescate con l’utilizzo di reti a circuizione. Gli attrezzi rinvenuti sono risultati in contrasto con la normativa vigente in quanto privi della prevista marcatura.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Maria Emilia Cobucci

Giornalista per scelta ma anche per passione. Da sempre. Testarda e determinata come ogni cilentana che si rispetti. Amo raccontare il mio territorio, ricco di bellezze ma anche di tante storie che tutti dovrebbero conoscere.
Tutti gli articoli di Maria Emilia Cobucci

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019