Camerota, gestione parcheggi alla Soget: 6 indagati

Il sindaco di Camerota, Mario Salvatore Scarpitta

Presunte anomalie nell’affidamento della gestione dei parcheggi cittadini alla Soget. Per il sindaco di Camerota Mario Salvatore Scarpitta ed altri amministratori, è scattato l’avviso di conclusione delle indagini emesso dalla procura della Repubblica di Vallo della Lucania. Nell’inchiesta oltre al primo cittadino sarebbero coinvolti gli assessori Teresa Esposito, Vincenza Perrazzo, l’ex vice sindaco Francesco Calicchio, quello attuale Giovanni Saturno, nonché il responsabile dell’ufficio finanziario Giovanni Castaldi. Le indagini sono partite dalla maxi inchiesta che ha coinvolto già gli ex sindaci Antonio Romano e Antonio Troccoli ed amministratori cittadini.
Sotto la lente degli inquirenti la decisione dell’attuale amministrazione comunale guidata da Scarpitta dapprima di ridisegnare la convenzione e poi quella recente di affidare anche la gestione dei parcheggi alla Soget Spa. “Siamo sereni e chiariremo ogni aspetto”, afferma Scarpitta. “Abbiamo, nel rispetto delle norme, abbassato gli aggi e fatto risparmiare oltre 3 milioni di euro al Comune di Camerota. E’ solo un equivoco”, chiosa il sindaco, “la verità verrà presto a galla”.