Camerota, Guzzo: «Bugie del sindaco sul risanamento del bilancio»

Infante viaggi

Un attacco al sindaco di Camerota, Mario Scarpitta, arriva dal capogruppo di opposizione, Pierpaolo Guzzo. Nel mirino della minoranza finisce il tema della debitoria dell’ente: «Purtroppo per i cittadini del comune di Camerota il tanto decantato risanamento sbandierato dal sindaco Scarpitta è ancora una volta uno spot privo di fondamento nella realtà», esordisce il capogruppo di Camerota Riparte. Che poi aggiunge: «I dati e le carte dicono il contrario di quello che ha affermato il sindaco. Nell’ultimo periodo sono stati notificati pignoramenti e decreti ingiuntivi per circa 1milione e 600mila euro», rivela Guzzo. «Questo dimostra che quando qualcuno (il sindaco Scarpitta n.d.r) afferma che sta ripianando i debiti del comune dice il falso».

L’analisi di Pierpaolo Guzzo poi si sofferma sulle ricadute per l’economia locale: «A questo punto mi chiedo: a cosa serve l’azione repressiva della Soget, società tanto difesa da Scarpitta, se poi da un lato sta strozzando l’economia e dall’altro non è finalizzata nemmeno a ripianare i debiti pregressi del comune?». Infine Guzzo si rivolge a Scarpitta: «Non c’è programmazione sui finanziamenti, e quelli che si annunciano sono al massimo progetti dichiarati ammissibili al finanziamento, vedi quello per le strade presentato in pompa magna qualche giorno fa, l’economia delle imprese e delle famiglie è al collasso e non c’è traccia nè di una programmazione turistica nè di un piano per lo sviluppo di Camerota. Il sindaco naviga a vista e la sua unica preoccupazione è quella di tassare i cittadini», conclude.

  • Assicurazioni Assitur

©Riproduzione riservata 

Assicurazioni Assitur