Camerota, nuovi guai per ex politici e funzionari: 17 indagati

Infante viaggi

Si allarga a macchia d’olio l’inchiesta Kamaraton che il 16 maggio scorso ha portato alla notifica di 12 misure cautelari nel comune di Camerota e che nei giorni scorsi ha visto la notifica di 17 avvisi di conclusione delle indagini consegnati ad ex politici, funzionari e professionisti. Sono tutte persone che hanno avuto a che fare con l’amministrazione Romano/Troccoli che ha operato a Camerota da giugno 2012 a maggio 2017.

Tra i soggetti coinvolti Antonio Ciociano, ex comandante della polizia locale; Raffaella Di Bello, sovrintendente della polizia locale; Paolo Desiderio, dipendente della Soget; Lina Di Lello, rappresentante della Soget; Antonio Reda Vincente Gerardo Di Napoli, dipendenti del Comune di Camerota; Sergio Gargiulo, segretario comunale; Alessandro Di Rosario, responsabile dell’ufficio Lavori Pubblici e Demanio; Sabino FestaGabriele Gagliotta, imprenditore; Giuseppe AmorelliMarco Colucci, avvocati.

Insieme a loro anche politici ed ex politici. Orlando Laino, attuale consigliere di minoranza ma precedentemente assessore; Marco Garofalo e Domenico Ciorciaro, ex assessori; Alfonso Esposito, dottore ed ex presidente del Consiglio Comunale; Mattia Del Duca, fratello dell’ex vicesindaco Michele ristretto ai domiciliari.

Nella prima indagine, furono 12 le persone coinvolte, ora il numero si estende. Varie le accuse mosse dal sostituto procuratore del tribunale di Vallo della Lucania, Antonio Ricci e dal sostituto procuratore Vincenzo Palumbo che avevano avviato l’inchiesta sulla base di intercettazioni telefoniche e ambientali ricostruendo presunti episodi di corruzione, peculato, abuso d’ufficio, falso in atto pubblico, appalti truccati.

  • assicurazioni assitur

Delle prime dodici misure cautelari notificate, restano ai domiciliari Antonio Romano, ex sindaco; Antonio Troccoli, ex sindaco ma capo gabinetto dell’amministrazione finita sotto la lente di ingrandimento della procura; Ciro Troccoli, ex assessore; Michele Del Duca, ex vicesindaco; Rosario Abbate, ex assessore; Fernando Cammarano, commercialista.

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro