Camerota, sigilli a complesso residenziale: 67enne nei guai

2045
Infante viaggi

I carabinieri della stazione di Marina di Camerota, agli ordini del comandante Francesco Carelli, hanno apposto i sigilli ad un’area di 700 metri quadri circa ricadente nel territorio della frazione Lentiscosa. Le forze dell’ordine hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo emesso dal tribunale di Vallo della Lucania. Gli inquirenti hanno sequestrato un’abitazione di 170 metri quadri, un garage di 150 metri quadri, una struttura abitativa di 900 metri quadri composta da due appartamenti e infine ad una piscina realizzata in muratura di 30 metri quadri. Il complesso residenziale sarebbe stato realizzato su un terreno demaniale, gravato da usi civici, in completa assenza di qualsiasi titolo autorizzativo necessario alla sua realizzazione. Il tutto sorge all’interno dell’area del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Nei guai, per abusi edilizi e lottizzazione abusiva, è finito un imprenditore di 67 anni originario di Camerota ma residente in Germania. Il valore dell’intero complesso sequestrato è di circa 600 mila euro.

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl