• Home
  • Comuni
  • Camerota
  • Camerota, successo per la settima edizione della Festa del Mare e dei Pescatori

Camerota, successo per la settima edizione della Festa del Mare e dei Pescatori

di Redazione

Grande successo per la settima edizione della Festa del Mare e dei Pescatori organizzata dall’associazione Tuttinsieme, con il patrocinio del Comune di Camerota e l’ufficio turistico La Perla del Cilento, sul porto turistico di Marina di Camerota. 

La manifestazione si è aperta alle 17.30 a Largo Don Crispino con un importante convegno che ha visto tra gli ospiti la presenza di Michele Buonomo, già presidente di Legambiente Campania; Raffaele Esposito, presidente Cab; Mario Salvatore Scarpitta, sindaco di Camerota; Erica Moura e i volontari della stazione zoologica Anton Dohrn di Napoli. Dopo i saluti del presidente di Tuttinsieme Giovanna Attanasio e gli interventi di Buonomo, Moura ed Esposito, il sindaco di Camerota ha lanciato il primo grande patto per la salvaguardia delle tartarughe Caretta Caretta nel Mediterraneo. Il protocollo d’intesa sarà sottoposto alla visione dei Comuni che affacciano sullo stesso mare di Camerota, per proteggere insieme questa specie. Camerota nel 2022 ha registrato il record di nidi per le località campane, ben 9 in totale. L’amministrazione comunale e l’associazione Tuttinsieme hanno poi consegnato una pergamena e un omaggio per riconoscere il grande lavoro che ormai da anni i volontari svolgono lungo le coste: dal riconoscimento delle tracce di risalita, alla schiusa con la nascita delle piccole tartarughine. 

A margine del convegno si è tenuta la commemorazione della lapide dei pescatori scomparsi. Un momento di raccoglimento molto sentito dalla comunità, al quale ha preso parte il parroco di Marina di Camerota, don Gianni Citro, il sindaco Scarpitta, l’amministrazione comunale, le forze dell’ordine e di polizia e le istituzioni civili, politiche e religiose. Successivamente i pescatori hanno deposto in mare una corona di fiori.

Alle 20.00 i pescatori hanno acceso i fornelli della sagra del pesce azzurro dove turisti e cittadini provenienti da svariati angoli del Cilento, hanno potuto apprezzare le pietanze di mare preparate al momento. Alle 21.30, prima dell’apertura del concerto dei Taranta Nobes, si è tenuta la rievocazione storica del borgo curata da Salvatore Saggiomo. La piazza del porto di Marina di Camerota è tornata indietro nel tempo e i presenti hanno potuto apprezzare la semplicità e le tradizioni di un tempo tra donne impegnate nella lavorazione dell’erba spartea, artigiani all’opera per la creazione di cesti e spaselle, mani esperte che mostravano i procedimenti per la salatura e la conservazione delle alici, i maestri terracottai, canti e balli popolari.

Alla manifestazione hanno preso parte i gruppi di protezione civile comunale per il presidio e la sicurezza dell’area. Bilancio positivo anche per i mercatini dell’artigianato che hanno stuzzicato la curiosità dei presenti con la vendita dei prodotti tipici del Cilento e piccoli oggetti creati a mano.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019